Aggressione ad un insegnante. I Comuni di Vanzago e Pogliano Milanese: ‘Resti un episodio isolato’

    166

    POGLIANO MILANESE/VANZAGO – “In merito allo sconcertante episodio accaduto venerdì 15 giugno nella scuola secondaria Ronchetti nel corso della consegna delle pagelle di fine anno scolastico, le comunità di Vanzago e di Pogliano Milanese esprimono vicinanza al personale scolastico ed in particolare alla docente offesa ed un profondo sgomento per quanto accaduto”, fanno sapere in una nota i due Comuni dell’hinterland milanese.


    “In attesa che le forze dell’ordine intervenute compiano quanto in loro dovere in relazione all’accaduto, come condiviso con il Presidente del Consiglio dell’Istituto Comprensivo Paolo Neglia e interpretando il sentimento dei Comitati Genitori delle scuole, si ribadisce l’importanza di una profonda attenzione ed impegno alla educazione civica affinchè questo episodio resti unico ed isolato. La scuola ed il personale educativo che ci lavora è una risorsa importante della comunità  e deve essere da questa rispettata e positivamente partecipata per garantire la piena riuscita del progetto educativo. Non deve essere permesso a maleducazione, arroganza e violenza di entrare nella scuola, da nessuna delle parti in causa ed in nessun modo, nemmeno attraverso social network e chat.
    L’episodio ha scosso le coscienze di tante famiglie e le amministrazioni comunali che hanno a cuore l’educazione e la formazione dei ragazzi della Ronchetti ed, in generale, di tutte le scuole, ma siamo certi che impegnandoci insieme come comunità coesa, si potrà da subito reagire e costruire un forte rispetto reciproco che non permetta mai più il ripetersi di queste od altre forme di aggressioni nei confronti di chi si occupa dell’educazione dei nostri ragazzi“.
    “La violenza – conclude il comunicato dei Comuni di Vanzago e Pogliano Milanese – non deve essere tollerata in nessun modo, in particolare a scuola, pertanto da subito rafforzeremo le relazioni e l’alleanza educativa contenuta nel patto, tra Scuola, Famiglie e Comitati Genitori, Associazioni ed Amministrazione Comunale, affinché le scuole siano e restino una opportunità di crescita e confronto in un clima di serenità a beneficio dei ragazzi e di tutto il personale scolastico”. (FONTE: OMNIMILANO)

    Articolo precedenteCornaredo va veloce con l’FTTH di Open Fiber
    Articolo successivoAncora un incidente sulla statale dell’est Ticino a Morimondo