Ad Abbiateinbici non vanno bene neppure le auto elettriche, dobbiamo spostarci tutti su due ruote

    95

    RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

     

    ABBIATEGRASSO – L’auto inquina. Ad oggi gli sforzi delle amministrazioni pubbliche sono principalmente orientati a diminuire l’impatto causato dai gas di scarico delle automobili. Ai gas combusti però si deve solo un terzo dell’inquinamento da traffico, il restante 70% deriva dall’usura dei freni, della frizione, delle parti meccaniche del motore, dal consumo degli pneumatici, dal deterioramento del manto stradale, ed è prodotto in uguale misura da tutte le vetture. Inoltre tutti i motori (sia a combustione interna che elettrici) emettono nell’atmosfera anidride carbonica (CO2, responsabile del cambiamento climatico); la sola differenza è che mentre i motori a benzina, diesel o gas la rilasciano dal tubo di scappamento, nel caso
    delle auto elettriche gli inquinanti vengono scaricati dalla centrale termoelettrica che produce l’energia necessaria alla ricarica delle batterie. Addirittura, nel “ciclo di vita” di una vettura, dal suo assemblaggio iniziale al suo smaltimento, un’ auto elettrica inquina più di un Diesel Euro 6. Sono studi autorevoli a confermarlo: secondo il Consiglio Nazionale delle Ricerche e il Journal of Industrial Ecology, il quantitativo di CO2 (principale responsabile del surriscaldamento della terra) emesso da un’auto elettrica per costruzione, uso e smaltimento è più alto rispetto a quello di un Diesel di ultima generazione. Forse la grande spinta all’ibrido ed all’elettrico è finanziata dai grandi gruppi automobilistici interessati a farci cambiare l’auto!

    Alla luce di queste considerazioni, permettere la sosta dei veicoli elettrici ed ibridi nelle righe blu senza limiti di tempo per incoraggiarne l’acquisto, come appena deliberato dalla Amministrazione di Abbiategrasso, non migliora l’ambiente e non favorisce neppure il commercio, perchè un’auto in sosta inoperosa da mattina a sera non fa “girare l’economia”, ma sottrae spazio utile a chi ha necessità di parcheggiare temporaneamente per fare acquisti.

    Per FIAB Abbiateinbici l’unica soluzione efficace per abbattere l’inquinamento da traffico è ridurre il numero di autoveicoli circolanti migliorando il trasporto pubblico e agevolando pedoni e ciclisti, perchè ogni persona in movimento attivo lascia libero un parcheggio per chi ha davvero necessità di spostarsi in auto anche per brevi distanze.

     

     

    Articolo precedenteLegnano, Fondazione Avsi e Tirinnanzi ricordano la maestra Tiziana Rossini
    Articolo successivoMagenta in festa per Santa Crescenzia e i 50 anni da sacerdote di don Giovanni Olgiati (VIDEO)