Ad Abbiategrasso con il Teatro dei Navigli l’Accademia dei filodrammatici

170

Appuntamento sabato all’ex Convento dell’Annunciata

ABBIATEGRASSO – Una storia piccola e grande come la vita, una commedia agrodolce che racconta l’incontro e gli alti e bassi di una coppia, attraversando due decenni e affrontando le piccole e grandi “avventure” della quotidianità. Sempre in bilico tra la commedia e la tragedia tutto è racchiuso nell’intreccio tra dolore e allegria, noia e gelosia, nascita e malattie in una continua altalena di emozioni.

I personaggi Io e Te si fondono per rimanere insieme e diventare “noi”, ma rimangono anche sempre in bilico tra la felicità e la disperazione, perché la vita è quella cosa che ti strappa un sorriso anche nel momento più drammatico se trovi qualcuno con cui condividerla, qualcuno che ti sopporti anche quando ti odia, e che ti faccia immaginare che c’è sempre una soluzione.

Un dialogo serrato tra due personaggi “sghembi”, bizzarri e commoventi che creano un mondo a due, tra battute e disastri, liti e alberi di Natale.

Lo spettacolo ci accompagna in un viaggio lungo due vite, tra scene brevi e anni che volano, tra canzoni pop e musica da camera, citazioni e solitudini che s’incontrano.

Un’avventura romantica e intensa come sono le nostre vite, agrodolci ma irripetibili.

Un viaggio lungo una vita, ogni quadro è un momento di questa storia, dall’incontro all’addio, dalla gioia alla malattia in un continuo andirivieni di sensazioni, dolce e crudele come la vita, i personaggi crescono e invecchiano ma in una dimensione “magica” a metà tra la memoria e il dimenticare.

La scenografia astratta e visionaria di Erika Carretta punteggia una storia “larger than life” in cui i nostri protagonisti raccontano attraverso la loro vita una generazione, un racconto che la musica rende pop ma anche contemporaneo, facendoci vivere attraverso Io e Te qualcosa che ci ricorda molto da vicino la nostra vita creando empatia ma anche risate e commozione. Perché in fondo Io e Te siamo noi.

Appuntamento quindi per sabato 24 settembre alle ore 21.00 all’ex Convento dell’Annunciata di Abbiategrasso (Via Pontida)

Il costo intero del biglietto è di 7 euro e di 5 euro ridotto allievi di teatro dei navigli

 

Articolo precedenteSalute, tumori: nuovo studio dello IEO sulla terapia con efficacia “agnostica”
Articolo successivoArluno: il Vivian’s assume. Forza gente, fatevi avanti !