Economia/LavoroNews

Acufene, come prevenirla: passa nei centri Amplifon del territorio per un test gratuito

Perché fischiano le orecchie? Cosa significa quando fischiano?

MAGENTA – Il fischio alle orecchie è un disturbo dell’udito chiamato acufene nel linguaggio medico e vi sono diverse modalità in cui si manifesta, così come varie sono le possibili cause e i rimedi che si possono adottare.

Alla maggior parte delle persone è capitato, almeno una volta nella vita, di sentire fischi, sibili, fruscii, ronzii, della durata di pochissimi secondi, senza che vi fosse una sorgente sonora esterna a produrli. Questa sensazione sonora non è in sé “una malattia” ma è espressione di fenomeni che interessano l’orecchio. Al contrario, quando il suono percepito tende a perdurare nel tempo (giorni, mesi o anni), il fenomeno può essere espressione di un problema di salute, pertanto sarebbe bene cercarne la causa.

Qualsiasi sensazione sonora percepita in uno o entrambe le orecchie, per un periodo superiore alle 24 ore, prende il nome di acufene. Gli acufeni persistenti hanno durata superiore a tre/sei mesi e interessano il 10% circa della popolazione generale, con più frequenza nel sesso maschile e con incidenza che aumenta con il progredire dell’età.

Le cause degli acufeni possono essere intrinseche, ovvero genetiche o allergiche, o estrinseche. A causare un acufene può essere alle volte un tappo di cerume, che ostruendo il condotto uditivo determina un “effetto occlusione”, con percezione dei suoni fisiologici del nostro corpo (movimenti muscolari, mandibolari, vascolari ecc.) detti “somatosound”. Altre volte, invece, sono causati da otiti in cui, nella maggior parte dei casi, il fischio alle orecchie si protrae fino alla sua risoluzione; anche contrazioni muscolari intense mandibolari (bruxismo) dati dallo stress e patologie dell’articolazione temporo-mandibolare o problematiche cervicali possono causare l’insorgenza di questi fischi fastidiosi.

Poiché, come abbiamo visto, gli acufeni possono essere un sintomo di numerose patologie, l’obiettivo primario è quello di identificare la causa: riconoscere i problemi dell’udito sin dai primi sintomi è fondamentale. Il primo passo per recuperare il benessere uditivo è un test dell’udito che sarebbe utile eseguire ogni anno a partire dai 50 anni in avanti. Amplifon, da sempre attenta a queste tematiche, offre a chiunque lo desideri la possibilità di effettuare un test dell’udito completo e gratuito, per valutare lo stato di salute delle proprie orecchie e il proprio livello di benessere nelle varie situazioni in cui ci troviamo in ogni giorno (a casa, al lavoro, con gli amici, in chiesa, durante lo sport, eccetera).

Se sei interessato a conoscere lo stato di benessere delle tue orecchie prenota subito un test gratuito completo presso i centri Amplifon di Magenta (02.97292256) e di Abbiategrasso (02.94963993). A chi segnalerà di aver letto questo articolo sarà riservato un utile omaggio.

I.P. (informazione pubbliredazionale)

 

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi