Accordo tra Regione ed Enel per la gestione delle emergenze

    132

    Siglato il protocollo d’intesa tra Enel e Protezione Civile della Regione Lombardia: rinnovate sinergie, collaborazione, dialogo e formazione per la prevenzione e gestione delle emergenze territoriali

    MILANO – Sempre più stretta la collaborazione tra Enel e Protezione Civile Regione Lombardia per garantire la massima sinergia a tutela della collettività in tutte le situazioni di emergenza territoriale. È l’obiettivo del Protocollo d’Intesa siglato questa mattina a Milano tra Enel e Regione Lombardia.

    L’intesa mira a rafforzare ulteriormente i rapporti di collaborazione tra le parti per fornire risposte sempre più efficaci in caso di emergenza, lavorando in particolare su prevenzione del rischio, formazione e coordinamento. La missione della Protezione Civile Lombardia si incontra quindi con l’impegno messo in campo dal Gruppo Enel. La resilienza degli impianti di distribuzione dell’energia elettrica e la qualità del servizio offerto da Enel, sono il risultato dell’efficienza delle squadre operative, degli innovativi sistemi di telecontrollo della rete e di costanti piani di investimento per lo sviluppo di nuove tecnologie. Con il medesimo approccio, Enel produce energia idroelettrica a zero emissioni gestendo con impegno e responsabilità la risorsa idrica in tutta la Lombardia, collaborando alla tutela del territorio nella prevenzione di fenomeni di dissesto idro-geologico, di piena e fornendo inoltre il proprio supporto nei periodi di siccità. In quest’ottica saranno organizzati specifici corsi di formazione in cui i dipendenti Enel e i volontari della Protezione Civile potranno condividere il patrimonio di esperienze e pratiche territoriali specialistiche acquisite negli anni.

    L’accordo dà seguito al Protocollo Nazionale tra Enel e Dipartimento della Protezione Civile siglato nel 2014 e permetterà di ottimizzare le procedure di comunicazione, sia in condizioni ordinarie che in fase di emergenza, e favorire la conoscenza dei rispettivi modelli organizzativi e di intervento, accrescendo la capacità di risposta sinergica in caso di criticità sul territorio regionale. Regione Lombardia ed Enel intendono così potenziare i rapporti di collaborazione nella gestione dell’operatività in tutte quelle situazioni che possano avere ricadute sulla continuità del servizio elettrico. Presenti alla firma del protocollo l’Assessore Regionale della Protezione Civile della Lombardia Simona Bordonali, il Direttore Generale dell’Assessorato Regionale alla Protezione Civile della Lombardia Fabrizio Cristalli, il Responsabile Protezione Civile di Enel Franco Gizzi e i responsabili territoriali per la Lombardia delle diverse unità del Gruppo Enel.

    “Quello tra Enel e Regione Lombardia è un rapporto di collaborazione già consolidato nel tempo, destinato a crescere e svilupparsi ulteriormente alla luce dell’intesa siglata – ha commentato Simona Bordonali, Assessore Regionale della Protezione Civile della Lombardia. L’obiettivo dell’accordo è quello di tutelare le nostre comunità rendendole sempre più resilienti, cioè consapevoli dei rischi e delle modalità con cui affrontarli; proprio per questo, la sinergia con i gestori dei servizi pubblici assume un ruolo determinante nell’ottica di costruire un sistema di protezione civile caratterizzato da livelli crescenti di integrazione, efficacia ed efficienza”.

    “In Lombardia Enel gestisce impianti e infrastrutture che svolgono funzioni fondamentali per la collettività, come la produzione e la distribuzione di energia e che possono assumere un ruolo centrale in caso di emergenze, ha sottolineato Franco Gizzi, Responsabile Protezione Civile di Enel. Con la firma di questo protocollo abbiamo segnato un ulteriore passo avanti per garantire la tutela dei cittadini con l’obiettivo di assicurare risposte sempre più rapide per la gestione e la risoluzione delle criticità. Le nostre competenze sulle infrastrutture energetiche unite alla profonda conoscenza del territorio da parte della protezione Civile permetteranno di intraprendere efficaci azioni per la prevenzione e la gestione di eventuali emergenze territoriali”.

    Articolo precedenteLa Società Cooperativa La Ruota compie trent’anni: il comune consegna una targa di riconoscimento per il ‘prezioso’ lavoro di tutela, inclusione e sostegno
    Articolo successivoCar Wash Magenta: un compleanno alla grande