Abbiategrasso: tutto pronto per il premio Italo Agnelli, l’uomo capace di visionarietà

    56

     

    ABBIATEGRASSO – Il dono più grande e importante che ci ha lasciato in eredità Italo Agnelli (oltre al sentimento derivante della sua mancanza, che i famigliari hanno saputo trasformare in qualcosa di entusiasta e appassionante) è la sua visionarietà.

    Italo Agnelli è stato un uomo che ha sempre guardato oltre. E come accade sempre a certi uomini, vivendo così si colgono tante vittorie ma anche cocenti sconfitte. Ed è importante continuare a parlarne, non smettere mai.

    Ma la vita di Italo Agnelli, oltre a non passare inosservata, è come se si perpetuasse anche grazie alla straordinaria, brillante idea avuta dalla sua famiglia: iPremio Italo Agnelli.

    Un riconoscimento che nasce con l’intento di valorizzare le eccellenze del territorio abbiatense e contribuire alla sua tutela, celebrandolo attraverso le sue peculiarità produttive, culturali e sociali. Proprio come avrebbe voluto Italo, che con il suo esempio ha trasmesso questi valori ai figli, ai propri collaboratori e alle imprese che rappresentava. Il ‘Signor Agnelli’, così com’era chiamato da tutti, è stato infatti per più di 50 anni il Segretario, e successivamente il Presidente, di Confcommercio Associazione Territoriale di Abbiategrasso.

    L’appuntamento si rinnova ogni anno il 10 marzo. La scelta di questa data non è casuale ma rappresenta l’anniversario dalla nascita di Italo.

    Per commemorarne la memoria i figli Brunella, Silvia e Manuel (leader degli Afterhours nonché pluriennale giurato di X Factor e attuale conduttore di Ossigeno su raitre), la moglie Mirella, in collaborazione con i dipendenti dell’Associazione Commercianti e della Bem Service, società di servizi della stessa, si impegnano attivamente per realizzare l’iniziativa. 

     

     

     

     

     

     

     

     

    Nel corso della serata, e nel prosieguo dell’anno, vengono invitati a parlare una serie di esempi vincenti, buone prassi che, concretamente, hanno contribuito a migliorare i contesti urbani, sociali e naturali, con un occhio particolare di riguardo verso la componente commerciale, nei confronti della quale vengono raccontati progetti innovativi e soluzioni vincenti, a livello locale, nazionale e internazionale. Tali soggetti intraprendono quindi dei percorsi formativi insieme agli operatori commerciali, culturali e anche ai cittadini della comunità di riferimento per favorire la partecipazione, la condivisione e il libero scambio di idee.

    Spazio dunque all’impresa, alla bellezza, alle buone pratiche ma anche al giornalismo: le sorprese saranno  molteplici, per una serata che sin da ora si profila come memorabile ed intensa.

    Nelle diverse edizioni hanno partecipato artisti illustri, noti personaggi del mondo della musica e dello spettacolo, rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali e giornalisti delle più importanti testate. Appuntamento sabato 10 marzo, alle ore 21.00 presso il meraviglioso convento tardo-rinascimentale dell’Annunciata. La serata è rigorosamente su invito.

    Sono passati ormai alcuni anni dalla morte di Italo Agnelli, ma in tutti noi che l’abbiamo conosciuto restano visibilmente stampati nella memoria quegli occhi che miravano un altrove che- per come lo guardava lui- doveva essere sicuramente affascinante.

    Ed è lo stesso sguardo che la sua esperienza di vita ci insegna, ogni giorno, a perpetuare e sperimentare.

    F.P.

    Articolo precedenteAbbiatense, in Regione la Forte ‘va forte’. Magnoni (per ora) fuori
    Articolo successivoMagenta, Bonetti (Lega): ‘Colto un grande risultato’