Abbiategrasso, sosta gratuita per le auto elettriche. La misura durerà 6 mesi

    103

     

     

    ABBIATEGRASSO – Si cambia registro, in città, per la sosta degli autoveicoli, inserendo temporaneamente la sosta gratuità per le auto elettriche ed ibride.

    ‘Oggi lanciamo una svolta di mobilità sostenibile’, ha esordito l’assessore Cristina Cattaneo, ‘le auto elettriche sono sempre più diffuse e presenti, peraltro stiamo monitorando le emissioni inquinanti in piazza Cavour. Ci sono poi ulteriori misure per incentivare l’uso di auto più eco sostenibili, fino a che il mercato se ne accorgerà in modo consistente. Vogliamo quindi rendere gratuita la sosta per le auto elettriche, inoltre metteremo anche delle colonne di ricarica in diverse parti della città. Auspichiamo che questa novità diventi un modello anche per i 14 Comuni di Agenda 21′.

    ‘Vogliamo incentivare realmente la sostenibilità’, ha aggiunto l’assessore Francesco Bottene, ‘siamo tra i primi Comuni d’Italia che applicano questa misura, pertanto speriamo sia anche una iniziativa di marketing e di forte impatto d’immagine. Stiamo del resto anche lavorando molto sulla mobilità ciclabile’.

    ‘E’ chiaro che un intervento del genere non può prescindere da un maggiore controllo sulla auto in sosta’, ha invece chiosato l’assessore alla Sicurezza Alberto Bernacchi, ‘del resto dal 15 giugno avremo 4 nuovi agenti di Polizia Locale, il che rafforzerà e di molto il controllo della città. La gratuità per auto elettriche o ibride va di pari passo con la registrazione al portale apposito per non incorrere nelle sanzioni della ZTL, la misura per ora verrà introdotta per 6 mesi, poi valuteremo l’incidenza e i risultati’.

    Le colonnine elettriche per la ricarica delle auto posizionate nelle varie zone di Abbiategrasso saranno sette, tutte a carico di Enel Sole e a costo zero per l’Amministrazione comunale.

    La misura entrerà in vigore appena sarà pronta l’adeguata cartellonistica.

    Articolo precedenteCorbetta: ladri armati di fiamma ossidrica entrano al Rebar Cafè
    Articolo successivoRegione Lombardia scende in campo a fianco degli allevatori bovini