Abbiategrasso, riapre il PS a luglio/2: la nota di 5 Stelle e LCE

120

 

ABBIATEGRASSO  “A luglio riaprirà il Pronto soccorso notturno dell’ospedale ‘Cesare Cantù’ di Abbiategrasso. E’ una bella notizia quella confermata oggi in aula dall’assessore al Welfare e vicepresidente” della Regione Lombardia, “Letizia Moratti”, ma “un medico non basta”, dichiarano Elisabetta Strada, consigliere regionale del gruppo Lombardi civici europeisti (Lce), e Massimo De Rosa, consigliere regionale M5S.

E’ “una notizia che arriva dopo una lunga battaglia politica portata avanti dalle opposizioni – sottolineano in una nota – Restano però forti perplessità sul fatto che al momento la riapertura sarà affidata a sole risorse interne che difficilmente riusciranno a garantire la normale operatività necessaria al funzionamento h24 di un presidio così nevralgico come un Pronto soccorso”.

“Servono nuovi e ulteriori investimenti in personale medico e socio-sanitario e continueremo a sollecitare presidente e assessore competente con interrogazioni e mozioni – assicura Strada – affinché la riapertura notturna non resti solamente un bel titolo per i giornali. Per essere gestito al meglio, un Pronto soccorso deve essere dotato di molteplici figure professionali e di reparti perfettamente funzionanti che non possono gravare solo sul personale esistente”.

Per De Rosa “le parole della Moratti lasciano ampie questioni aperte e non affrontano il destino del Pronto soccorso e dell’ospedale di Abbiategrasso. Vorremmo più chiarezza dopo anni di azioni volte a depotenziare questo importante presidio ospedaliero”.

Articolo precedenteAbbiategrasso, il PS del Cantù riapre a luglio. L’ex 5 Stelle Monica Forte dice grazie a Letizia Moratti (è la politica, bellezza…)
Articolo successivoNuoto paralimpico, Mondiali: adesso i cannibali sono due.. Barlaam e Amodeo nuotano nell’oro