Abbiategrasso: le ‘buste’ per la piscina fino al 26 agosto, gara pubblica il 3 settembre. Ecco i criteri di aggiudicazione

    38

     

     

    ABBIATEGRASSO – Mancano meno di venti giorni alla chiusura del termine per le offerte che porteranno all’aggiudicazione della gara per la costruzione del nuovo impianto natatorio che sorgerà al posto della ormai vetusta- e chiusa da tempo- Anna Frank.

    Il 26 agosto è il termine ultimo in cui si potrò presentare il potenziale aggiudicatario di un’opera il cui valore economico complessivo è davvero rilevante, ossia 30 milioni di euro, mentre la gara pubblica è fissata per martedì 3 settembre alle ore 9, presso la stazione unica appaltante della Provincia di Varese.

    Abbiamo deciso di pubblicare integralmente i criteri di aggiudicazione della gara, pur essendo in alcune parti assai complessi. Ma si tratta pur sempre dell’opera pubblica più importante della giunta Nai, attesa febbrilmente da tutta Abbiategrasso, pertanto uno sforzo vale la pena di farlo.

    Buona lettura.

    CRITERI DI AGGIUDICAZIONE DELLA GARA

    1. La procedura per l’“Attivazione di un partenariato pubblico privato mediante proposta di locazione finanziaria di opera pubblica, ai sensi del combinato disposto dagli artt. 187 e 183 comma 16 del d.lgs. n. 50/2016 avente ad oggetto la progettazione esecutiva (con acquisizione della progettazione definitiva in sede di offerta), la realizzazione, il finanziamento nonché la perfetta manutenzione (ordinaria e straordinaria) e la gestione – per un periodo di 20 anni – di un nuovo impianto natatorio nel comune di Abbiategrasso” – CUP C48B18000180005, sarà aggiudicata con riferimento ai seguenti criteri di valutazione, per una somma complessiva pari a 100 (cento) punti:
    Elementi di natura qualitativa Max punti 80 (ottanta)
    Elementi di natura quantitativa – economica Max punti 20 (venti)

    2. Più in particolare, l’offerta economicamente più vantaggiosa verrà determinata col metodo aggregativo – compensatore di cui alla parte VI, art.1, delle citate Linee guida n. 2 dell’ANAC.

    3. La valutazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa sarà effettuata con l’applicazione della seguente formula:
    C(a) = Σn [ Wi *V(a) i ]
    ove: C(a) = indice di valutazione dell’offerta (a);
    n = numero totale dei requisiti;
    Wi = peso o punteggio attribuito al requisito (i);
    V(a) i = coefficiente della prestazione dell’offerta (a) rispetto al requisito (i) variabile tra zero ed
    uno; Σn = sommatoria.

    4. I coefficienti V(a) i sono determinati:
    a) per quanto riguarda gli elementi di valutazione di natura qualitativa attraverso la media dei coefficienti, variabili tra zero ed uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari.

    Una volta terminata la procedura di attribuzione discrezionale dei coefficienti, si procede a trasformare la media dei coefficienti attribuiti ad ogni offerta da parte di tutti i commissari in  coefficienti definitivi, riportando ad uno la media più alta e proporzionando a tale media massima le medie provvisorie prima calcolate.
    b) per quanto riguarda gli elementi di valutazione di natura quantitativa, quali il
    prezzo,attraverso interpolazione lineare tra il coefficiente pari ad uno, attribuito ai valori degli elementi offerti più convenienti per la stazione appaltante, e coefficiente pari a zero, attribuito ai valori degli elementi offerti pari a quelli posti a base di gara.

     

     

    5. Non sono ammesse offerte parziali e/o condizionate e/o limitate a una parte dell’oggetto della gara. Nel caso in cui il punteggio più elevato sia raggiunto da due o più concorrenti (parità di punteggio), l’aggiudicazione verrà effettuata preferendo il concorrente che avrà riportato il
    punteggio di merito tecnico più elevato; nel caso in cui anche tale punteggio sia uguale, si procederà a richiedere offerte economiche migliorative; in caso di ulteriore parità si procederà all’aggiudicazione per sorteggio (ai sensi del R.D. n. 827/1924).

    6. I requisiti Wi che verranno presi in considerazione ai fini della valutazione delle proposte sono quelli relativi a: elementi di natura qualitativa, funzionale, tecnica e gestionale; elementi di natura quantitativa ed economica, elementi di natura temporale, e ciò nel rispetto di quanto di seguito specificato.
     Con riferimento alla componente tecnica delle offerte («Offerta Tecnico Qualitativa»), nella
    valutazione delle proposte si terrà conto – anche alla luce di quanto prescritto dalla
    determina n. 4/2013 dell’AVCP – dei seguenti profili:
    a) ELEMENTI DI NATURA QUALITATIVA, FUNZIONALE, TECNICA E
    GESTIONALE (max. settanta punti)
    L’attribuzione del punteggio del valore funzionale e tecnico sarà disposta dalla commissione
    giudicatrice, in una o più sedute riservate, secondo quanto di seguito specificato:
    1-
    A PROFILO TECNICO-ESTETICO-PROGETTUALE 1-A-1
    Migliorie di progetto
    Descrizione Max Punti Tot 50
    Scelte distributive ed architettoniche: soluzioni atte a
    garantire la funzionalità e razionalità degli ambienti del
    centro natatorio.
    20
    Vasche natatorie: soluzioni tecnologiche adottate per le
    vasche natatorie in miglioria rispetto alle previsioni del
    progetto di fattibilità. Verranno inoltre positivamente valutate
    soluzioni atte a garantire la qualità dei materiali e la relativa
    sostenibilità ambientale.
    15
    Efficienza energetica: soluzioni finalizzate al risparmio
    energetico. Verranno positivamente valutati tutte le soluzioni
    impiantistiche e di involucro edilizio finalizzate a rendere
    efficiente il centro natatorio. Saranno inoltre premiate
    soluzioni migliorative rispetto ai C.A.M. di settore.
    15 1-A-2
    Progetto gestionale
    Descrizione Max Punti Tot 10
    Verranno considerate le attività proposte nell’ambito della
    gestione; saranno positivamente valutati aspetti che
    favoriscano un’ampia accessibilità al pubblico della struttura,
    i periodi e le fasce orarie di apertura, le modalità
    organizzative dei corsi nuoto, ed in generale l’offerta di
    attività proposte.
    10 1-A-3
    Progetto manutentivo
    Descrizione Max Punti Tot 10
    Verranno considerate le attività previste di manutenzione
    ordinaria e straordinaria finalizzate al mantenimento in
    efficienza del centro. Saranno positivamente valutate le
    attività di manutenzione sugli impianti (filtrazione,
    riscaldamento, elettrici, trattamento aria), pulizia degli
    ambienti ecc.
    10 1-A-4
    Software di controllo
    Descrizione Max Punti Tot 10
    Verranno considerate soluzioni finalizzate al costante
    monitoraggio delle attività svolte mediante sistemi informativi
    che possano indicare il livello qualitativo della struttura.
    Saranno positivamente valutate soluzioni che prevedano il
    monitoraggio dei dati gestionali da parte dell’Ente.
    10
    Nella valutazione del calcolo della media dei coefficienti attribuiti discrezionalmente dai
    commissari, si rammenta che essi saranno così considerati:
    coefficiente 1= caratteristiche ottimali
    Descrizione: elevata articolazione della proposta, contempla elementi tecnici e organizzativi ad
    elevati livelli, innovativi e con caratteri di originalità rispetto all’aspetto del progetto valutato.
    coefficiente 0,75= caratteristiche buone
    Descrizione: la soluzione proposta è bene corrispondente alle esigenze della S.A., conforme ai
    requisiti del capitolato e contempla elementi tecnici e organizzativi ben rispondenti all’aspetto del
    progetto valutato.
    coefficiente 0,50= caratteristiche sufficienti
    Descrizione: la soluzione proposta è idonea al soddisfacimento delle esigenze espresse e conforme
    ai requisiti del capitolato.
    coefficiente0,25= caratteristiche poco adeguate
    Descrizione : la soluzione proposta è carente in uno o più aspetti secondari senza tuttavia
    compromettere l’utilità generale dell’offerta.
    coefficiente 0=caratteristiche non adeguate.
    Descrizione: la soluzione proposta è carente in uno o più elementi principali tal da compromettere
    l’utilità generale dell’offerta.
    7. Con riferimento alla componente economica delle offerte («Offerta Economica»), nella
    valutazione delle proposte si terrà conto dei seguenti profili:
    a) ELEMENTI DI NATURA QUANTITATIVA ED ECONOMICA (max 20 punti)
    L’attribuzione del punteggio del valore economico sarà disposta dalla commissione giudicatrice, in
    una o più sedute pubbliche, secondo quanto di seguito specificato:
     Sommatoria canoni di leasing + oneri di prelocazione + opzione di riscatto finale (al
    netto dell’IVA).
    Il punteggio massimo attribuibile a tale specifica voce è di 15 punti. A ciascun operatore
    ammesso alla gara verrà attribuito un coefficiente (Vi) secondo i seguenti criteri:
    – all’offerta recante l’importo più basso offerto (Imin) verrà attribuito il coefficiente massimo
    pari a 1;
    – all’offerta recante l’importo (Ii) dell’offerta in concreto esaminata verrà attribuito un
    coefficiente calcolato con l’applicazione della seguente formula:
    Vi = 1 * Imin/Ii
     Canone di gestione offerto (al netto dell’IVA).
    Il punteggio massimo attribuibile a tale specifica voce è di 5 punti.
A ciascun operatore
    ammesso alla gara verrà attribuito un coefficiente (Vi) secondo i seguenti criteri:
    – all’offerta recante il canone più alto offerto (Cmax) verrà attribuito il coefficiente massimo
    pari a 1;
    – all’offerta recante il canone (Ci) dell’offerta in concreto esaminata verrà attribuito un
    coefficiente calcolato con l’applicazione della seguente formula:
    Vi = 1 *Ci/Cmax

    Articolo precedenteCrippa (5 Stelle), ‘cassa integrazione per i lavoratori novaresi di Mercatone Uno’
    Articolo successivoPontevecchio, ecco il menù di Ferragosto del Sagrato. Locale aperto tutto il mese, come sempre