Abbiategrasso, karate: anche Cantatore vola ai campionati italiani

    119

     

    ABBIATEGRASSO – Domenica 28 maggio, ad Abbiategrasso, si è tenuta la seconda giornata di gare dei Campionati Regionali cinture marroni e nere della FIKTA (Federazione Italiana Karate Tradizionale e Discipline Affini).

    Il programma prevedeva le specialità del kumite (combattimento) e del fukugo (che prevede l’alternanza di incontri di kata e di kumite).

    In gara anche gli agonisti del settore karate del “Centro Studio Arti Marziali Funakoshi-Yamato” che, sotto l’attenta guida dei Maestri Patrizia Martini e Gino Mori, hanno dato battaglia anche in questa occasione per cercare di conquistare un podio che avrebbe permesso loro di aggiudicarsi un posto per i prossimi Campionati Italiani Assoluti, che si terranno il 10 e 11 giugno a Casale Monferrato.

    E il “piccolo” – ma solo per età anagrafica – Matteo Cantatore, già convocato lo scorso febbraio per rappresentare la Lombardia nel corso del Trofeo delle Regioni, ha centrato l’obiettivo, ottenendo l’oro nel kumite della categoria cadetti +65kg e staccando così il biglietto d’accesso per la competizione nazionale che raccoglierà l’èlite del karate tradizionale italiano.

    Oltre a quella di Matteo, purtroppo, non è giunta nessun’altra medaglia per gli atleti abbiatensi.

    Fabio Annovazzi ed Andrea Alessandri, che gareggiavano nella stessa categoria, purtroppo si sono dovuti arrendere ai loro avversari, nonostante delle buone performance.

    Stessa sorte anche per Martina Di Guida, che ha un po’ patito l’emozione non esprimendo al meglio le sue doti che hanno la loro massima espressione proprio nel kumite.

    Infine, due quinti posti per gli ultimi due atleti in gara.

    Alessio Oldani, infatti, ha arrestato il suo percorso proprio alla fine, rimanendo così fuori dal podio, sfiorando la qualificazione agli italiani.

    Allo stesso modo nel fukugo Arianna Bianchi si è dovuta accontentare di un piazzamento.

    Nel kumite, invece, che di certo non rappresenta la sua specialità di punta, Arianna è stata addirittura costretta al ritiro, a causa di un colpo subito nel corso del primo incontro.

    Ma grazie al primo posto ottenuto la settimana scorsa nel corso delle selezioni di kata (forma di combattimento simulato contro più avversari immaginari), anche la nostra allenatrice salirà sui tatami durante i Campionati Italiani.

    Perciò, per Arianna e Matteo si prospettano due settimane di allenamento intenso per limare gli ultimi dettagli e affinare le strategie in vista di questo importantissimo impegno.

    Articolo precedenteInveruno, la Lega Nord attacca: ‘Amministrazione poco attenta sul bilancio’
    Articolo successivoMagenta, caso Monno: Enzo Salvaggio difende lei e attacca… la vecchia politica