Abbiategrasso, il boom dei gruppi Facebook: la più grande piazza virtuale in città

    33

     

     

    ABBIATEGRASSO – Sono sempre di più, coinvolgono migliaia di cittadini (quelli sempre attivi sono alcune decine, ma la platea è molto ampia) e svolgono ormai un ruolo essenziale nella vita quotidiana degli abbiatensi.

    Parliamo dei sempre più numerosi gruppi cittadini attivi su Facebook con una pagina specifica.

    Tra le tante sfaccettature del popolare –forse troppo– social network c’è infatti, e da tempo, l’uso dei gruppi come strumento di cittadinanza attiva. Essendo Facebook uno strumento che mette in contatto le persone, con il tempo sono nati gruppi locali per segnalare i disservizi, i disagi, i problemi delle comunità.  Al di là delle pagine di polemica, fortunatamente ci sono anche esempi di partecipazione in cui anche gli stessi amministratori, come il Sindaco o alcuni assessori, prendono parte alle discussioni. E dove per fortuna i toni civili la fanno da padrone (Abbiategrasso, in questo, è messa molto meglio di altre città..).

    Al di là delle idee politiche, infatti, lo strumento Facebook mette finalmente tutti –democraticamente– allo stesso livello, rendendo possibile il confronto (talvolta anche lo scontro) e la discussione, e diventa non solo strumento di comunicazione ma anche di valutazione dell’efficacia e della ricettività dell’Amministrazione ai problemi, piccoli e grandi, del territorio. Diventa, in poche parole, strumento di politica dal basso.

    Sei di Abbiategrasso Se è stato capostipite, come in molte altre parti: con quasi 6.400 aderenti, è divenuto uno snodo essenziale per la vita cittadina.

    Di recente uno dei suoi precedenti gestori ed Admin, Stefano Olivares, ha creato AbbiategrassOnline: l’Abbiategrasso collegata’; immediato il successo ed il riscontro.

    Un fenomeno davvero interessante è quello che vede protagonisti gli ideatori di Radio City Bar, emittente che si può ascoltare sul web ed è anche tra le protagoniste di Abbiategrasso. Cosa è successo in città: i dinamicissimi ed appassionati Luigi Bertelli, Giovanni Maiorana e Max Ilardi aggregano più di 5mila iscritti.

     

     

     

     

     

     

    Recentissima è invece la nascita di ‘Abbiategtasso chiama Comune..Comune Chiama Abbiategrasso’: ‘Questo gruppo vuole essere il cyber mezzo per cercare di raccogliere tutte le esigenze, problematiche o semplicemente consigli di tutte le persone dell’abbiatense da sottoporre alla “Macchina Comunale’, si legge nella presentazione del cyber spazio, gestito da Daniele Morani (attivo da anni in campo politico e sociale).

    Ogni giorno, sempre di più, quello che succede ad Abbiategrasso passa da qui. E piaccia o no, anche informazione e giornalismo non possono fare finta che il luogo principe del dibattito- Cambride Analytica o meno- è sempre di più Facebook.

    Come insegna (anche) Abbiategrasso.

    Articolo precedente‘Robecco come Dawson Creek’: la ‘perla’ del Milanese Imbruttito
    Articolo successivoPasqua, 4 italiani su 10 in vacanza. Ma con la paura del terrorismo..