Abbiategrasso e un ristorante che riapre: la buona politica esiste ancora

    275

     

     

    ABBIATEGRASSO – Siamo tanto tanto Felici in questo momento. Adesso posso dirvelo… Da domani (oggi, nda) allestiremo il Romantico Vicolo Santa Maria e torneremo finalmente ad accogliervi… credetemi, non vediamo l’ora❤️ Uso questo spazio per Ringraziare pubblicamente i residenti di vicolo Santa Maria.. senza il loro sostegno e la loro comprensione non avremmo mai potuto ottenere questa possibilità🙏🏻❤️ E Grazie ovviamente a chi in Comune ha permesso che questa opportunità si concretizzasse… pensavamo fosse impossibile e invece…❤️

    Ogni tanto, checché ne pensi qualcuno, la politica funziona ancora e serve a rispondere ai bisogni. Tanto più in questa difficile fase. Quello che leggete è un esempio di quanto detto: l’Osteria Santa Maria di Abbiategrasso, ospitata in un vicolo del centro (uno degli angoli più belli di Abbiategrasso), potrà riaprire da oggi sfruttando lo spazio esterno, in attesa di poter nuovamente accogliere amici e clienti all’interno (quano sarà possibile).

    “L’Amministrazione già dall’anno scorso ha fatto tutto il possibile per agevolare i commercianti e permettere loro di lavorare, e sta continuando a farlo tuttora accelerando i provvedimenti”. Così dichiarava giorni fa l’assessore alla Polizia locale Alberto Bernacchi, per sottolineare l’impegno profuso in questo anno dall’Amministrazione comunale per rispondere alle esigenze di ristoratori e commercianti cittadini.

    “Sono già state soppresse alcune aree di sosta per permettere l’allestimento dei tavoli all’esterno (ad esempio in corso San Martino, via Da Vinci e piazza Cinque Giornate) – aveva aggiunto  la comandante della Polizia locale Maria Malini -. Si è data inoltre l’autorizzazione anche per utilizzare i passaggi pedonali pur cercando di tutelare la sicurezza dei pedoni. Infine, anche per l’esercizio situato in vicolo Santa Maria, si intende fare una modifica viabilistica istituendo un solo senso di marcia che permetta l’accesso sicuro anche per i residenti”.

    Ed è proprio a questo che si riferiva la dottoressa Malini, all’Osteria Santa Maria.

    In pochi giorni, insomma, il Comune e la politica hanno risolto un problema e aiutato due giovani ristoratori. Se ci permettete, è una gran bella notizia.  E adesso buon appetito coi piatti di Mirco e Alisia.

     

    Articolo precedenteMartedì 11 maggio protesta dei centri commerciali italiani contro le chiusure
    Articolo successivo‘++Busto Arsizio, incidente sul lavoro: muore un 49enne