Abbiategrasso, è tutto pronto per il 2 giugno

    135

     

    ABBIATEGRASSO – La città si prepara per il 2 giugno: in occasione  della Festa della Repubblica l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con le Associazioni Combattentistiche e d’Arma riunite in AssoArma e l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), invita la cittadinanza alle manifestazioni organizzate per celebrare la nascita della Repubblica Italiana.

    Il ritrovo per le autorità e le rappresentanze è fissato alle 9 in piazza Marconi,  dove si formerà il corteo che, a partire dalle 9,15, sfilerà per le vie del centro storico: corso Italia, con sosta davanti all’ingresso del Parco della Repubblica con deposizione di una corona d’alloro e onori alla Repubblica Italiana, via Cantù, fino al Monumento dei Caduti dove verrà deposta una corona d’alloro e verrà effettuato l’Alzabandiera, viale Cavallotti, corso Matteotti, piazza Marconi, via Borsani e via Confalonieri per raggiungere la Basilica di Santa Maria Nuova dove, alle 10,verrà celebrata la S. Messa.

    Al termine della funzione religiosa, il corteo sfilerà per le vie Piatti e Borsani  fino a piazza Marconi, dove una rappresentanza di studenti delle scuole cittadine, alla presenza del Sindaco Cesare Nai, effettuerà delle letture.

    La sfilata continuerà poi per corso San Martino, via Pavia e via C.M.Maggi per raggiungere il Parco degli Alpini dove la sezione di Abbiategrasso offrirà un rinfresco.

    Alla manifestazione parteciperà la Banda Filarmonica.

    In occasione della Festa della Repubblica si ricordano le seguenti manifestazioni collaterali:  alle 21,15 di domenica 2 giugno, all’interno del cortile del Castello si terrà il Concerto Corale  “PENNE E PIUME AL VENTO”a cura del dal Coro ANA Gruppo Alpini di Abbiategrasso e della Fanfara dei Bersaglieri della sezione Montorfano di Abbiategrasso.

    In caso di maltempo il concerto si terrà presso l’Auditorium del Quartiere Fiera.

    Articolo precedenteBoffalora, e Saffa e Vetropack: timori e ‘istruzioni per l’uso’
    Articolo successivoSicurezza stradale in Lombardia, osservatorio Continental