Abbiategrasso: da oggi il parcheggio si paga online, comodamente da casa

95

 

ABBIATEGRASSO Ad Abbiategrasso, su iniziativa dell’assessore Alberto Bernacchi, anche nel settore Polizia locale si sta procedendo ad una celere digitalizzazione delle procedure, per migliorare il servizio fornito ai cittadini che da oggi, comodamente da casa, possono attivare online l’abbonamento ai parcometri. 

La procedura è estremamente semplificata e completamente dematerializzata; non occorre recarsi presso gli uffici comunali e neppure fare code o fissare appuntamenti.
Chi attiverà l’abbonamento sul portale non dovrà più esporre alcun permesso sul parabrezza. I controlli della Polizia Locale saranno effettuati utilizzando appositi dispositivi collegati all’elenco comunale dei permessi.

Il portale web, già in uso per la ZTL, sarà utilizzato anche per i permessi parcometro. Chi è già registrato potrà attivare il permesso con pochi click guidati, tale procedura è speculare alla richiesta per la ZTL. Chi non è registrato potrà attivare il proprio profilo cliente accedendo al portale web dedicato attraverso il sito istituzionale dell’Ente facendo click sulla voce “ZTL – PARCOMETRI permessi e consultazione” inserendo un indirizzo e-mail, un nome utente e una password.

Le aree di sosta interessate sono:
•    Via Cavallotti
•    P.zza Samek
•    P.zza Cavour
•    P.zza Garibaldi 
•    P.zza V Giornate
•    C.so San Martino
•    P.zza Allende 
•    P.zza Vittorio Veneto 

Il titolare del permesso potrà sostare indifferentemente in ognuna delle aree sopra elencate.

Non è possibile utilizzare il permesso per il parcheggio della stazione.

“Questo è un primo passo, ma a breve avremo ulteriori novità per rendere la città sempre più digitale – commenta l’assessore Bernacchi – oltre che per avvicinare il Comune ai cittadini semplificando le procedure per evitare code agli sportelli”.

Articolo precedente+Lettera di Trenord ai pendolari, Codacons (e non solo) su tutte le furie
Articolo successivoLodigiano, auto ribaltata: muore 17enne, feriti altri quattro giovani