Abbiategrasso, Consiglio: Sara Valandro dice NO al parco commerciale

    86

     

     

    ABBIATEGRASSO – Nei 3 minuti concessi ai consiglieri comunali, Sara Valandro (esponente di maggioranza) ha preso parola per stigmatizzare anzitutto quanto successo il 3 ottobre scorso, con la bagarre su Martina Garavaglia e Marco Tagliabue (che era stato criticato, a suo dire, ‘per ragioni molto meno gravi’).

    In merito alla ben nota polemica sul parco commerciale, il consigliere Valandro ha espresso i suoi dubbi ed il suo no: ‘rimango saldamente fedele alla maggioranza di centrodestra e al sindaco Nai, ma sono contraria al centro commerciale. Questa città la reputo bellissima, i miei genitori vennero qui dalla montagna e vi trovarono molte opportunità. E’ una città che vive le sue piazze, e credo lo sia grazie ai commercianti che la animano. Il mio è un no categorico al progetto del parco commerciale’.

    Giuseppe Serra ha parlato di sport, ‘leva determinante per i nostri ragazzi. Molti non lo praticano per le alte rette, quindi la politica dovrebbe renderlo gratuito. Lo sport è un attrattore sano e positivo, dobbiamo avere più cura per le strutture sportive’.

    Il consigliere Cameroni (PD) ha accennato all’assemblea pubblica di lunedì sera sul parco commerciale, ‘ci sono quasi 1000 persone che lavorano nel centro commerciale naturale della nostra città. Ieri sera ci è parso di assistere al risveglio della cittadinanza, di quella parte che ha un’idea diversa della città, tanto che è stato persino abbozzata l’idea di un referendum. Rimettersi in discussione, caro sindaco, sarebbe un dovere di onestà intellettuale’.

    Maurizio Denari (5 Stelle) ha parlato anch’esso della serata di lunedì, ‘la giunta Nai ha risvegliato la coscienza civile degli abbiatensi. Apprezzo la riflessione del consigliere Valandro, esorto i suoi colleghi a fare altrettanto’.

    Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere De Marchi (Cambiamo Abbiategrasso), che ha ribadito la folta partecipazione alle due assemblee sul parco commerciale.

    Il consigliere Francesco Biglieri ha invece ricordato la manovra militare della Turchia contro il popolo curdo, ringraziando anche Roberto Albetti per il ricordo di Filippo Penati.

    Lele Granziero (Pd) si è unito ai ringraziamenti per il ricordo di Filippo Penati, ponendo all’attenzione dell’assise la delibera 47 del Consiglio comunale sulla lotta alla sosta selvaggia e i continui ostacoli a chi circola in bicicletta.

    Domenico Finiguerra, ripartendo dalla sua contrarietà ANCHE al Pgt Arrara, ha rilevato che ‘ieri sera l’ex sindaco, in questa stessa sala, ha difeso la sua variante dicendo che dopo la sua approvazione gli uffici la tennero nel cassetto. Non credo che questa cosa vada fatta passare sotto silenzio. Perché se oggi si riapre la vicenda S2 lo si deve al fatto che la variante votata dalla politica è stata resa vana dalla volontà di tenerla nel cassetto. Perché se questo non fosse accaduto, Nai avrebbe dovuto avviare una nuova variante. Siamo di fronte a un fatto enorme, perché se tutto ciò fosse vero bisognerebbe andare fino in fondo. Non stiamo parlando di qualcosa di marginale, ma del futuro della città’.

    Cesare Nai, sulla variante di Pgt, ha ribadito che non furono presentati ricorsi contro il documento. Le disposizioni regionali sul consumo di suolo devono ancora essere recepite da Città Metropolitana. Ho ribadito più volte che sul tanto decantato parco commerciale i due Pgt, nostro e della giunta Arrara, prevedevano possibilità edificatorie similari. 

     

    Articolo precedenteAbbiategrasso, Consiglio: il Comune perde in primo grado la causa sulla scuola di via Colombo, dovrà pagare 1.700.000 euro
    Articolo successivoAbbiategrasso, Consiglio: via libera alla fusione tra Amaga e Navigli Ambiente