Abbiategrasso, 32.565 abitanti e 800mila euro di multe. Corbetta, 18.366.. e 2 milioni. ‘Automobilista, paga e tas’

    91

     

    CORBETTA – ‘Mica male i proventi che Corbetta ha incamerato nel 2018 dalle sanzioni al Codice della Strada.

    Una delibera del 14 dicembre sulla destinazione dei fondi che la legge impone di utilizzare per messa in sicurezza, segnaletica ed altri fini attesta come il Comune abbia stimato gli incassi per sanzioni a oltre 3.600.000 euro, esattamente 3.640.000.

    Lo si desume dalla tabella allegata alla delibera, che pur includendo la cifra cospicua di 1.600.000 come ‘fondi di dubbia esigibilità’, stima comunque in 2 milioni di euro la cifra che dovrebbe entrare nelle casse di palazzo Frisiani Olivares, ossia il Comune’.

    Questo pezzo, apparso su Tn il 7 gennaio 2019, potrebbe oggi essere definito profetico. Perchè a 7 mesi, oggi 5 agosto, apprendiamo che Abbiategrasso, che ha quasi il doppio dei residenti di Corbetta ed è attraversata sia dalla ss 526 che dalla ss 494, incassa quasi la metà in multe e sanzioni.

    Ergo, come abbiamo per primi denunciato, il cosiddetto ‘metodo Ballarini’, ossia le video sanzioni emesse con telecamere lungo la statale 11, produce un introito enormemente superiore a quello dei Comuni vicini, anche di più grosse dimensioni.

    Volendo fare i classici conti della serva, infatti, se il collega Nai usasse lo stesso metodo, Abbiategrasso potrebbe introitare tra i 4 e i 7 milioni di euro l’anno, considerato che il numero complessivo di auto che passa da Bià non è certo inferiore a quello di Corbetta, anzi potrebbe essere anche superiore.

    Nelle more di leggi spesso non perfettamente comprensibili, e che lasciano adito ad interpretazioni diverse, posto che sul piano normativo fino ad ora Corbetta non è stata sanzionata, sebbene le riserve sul suo modus agendi siano state ‘plurime’, appare evidente una cosa. Da anni i bilanci comunali vivono tempi di vacche magre, se non magrissime. Ora, su conti economici che ‘cubano’ tra 15 e 30 milioni di euro, ossia il range di Abbiategrasso, Corbetta e Magenta, le tre città principali dell’est Ticino, una cifra di 2, 3 o 4 milioni di euro cambia e parecchio il conto economico.

    Elementare Watson, ma il conto chi lo paga? Le maggiori entrare derivano da bandi vinti o finanziamenti sovracomunali ? No, il conto salato lo pagano gli automobilisti-lavoratori. Parafrasando un celebre slogan della Lega bossiana e pre salviniana, ‘automobilista paga e tas’.

    F.P.

    PS I dati sui residenti delle due città, ripresi da Wikipedia,

    risalgono entrambi al 31 dicembre 2018

     

    Articolo precedenteAbbiategrasso, 829.000 euro di multe nel 2018. La metà sarà ‘reinvestita’ per strade e sicurezza
    Articolo successivoLista Civica per Mesero, ‘perchè sono cambiati i sensi di marcia di alcune vie?