A Vanzago mancano i pediatri. Interrogazione congiunta di Borghetti e Del Gobbo

    105

    VANZAGO –  “Vanzago non può ancora restare senza pediatra di base. Per questo motivo, insieme al collega Del Gobbo, ho presentato una specifica interrogazione all’assessore regionale alla Sanità, Giulio Gallera – dichiara il Vicepresidente del Consiglio regionale, Carlo Borghetti – Nell’ATS della Città Metropolitana vi sono territori che presentano criticità rispetto alla presenza di una figura fissa di pediatra di libera scelta e fra questi, da febbraio, c’è anche il Comune di Vanzago. Qui il numero di nascite è più alto rispetto alla media nazionale ma anche a quella provinciale e l’assenza del pediatra comporta forti disagi per le famiglie costrette a spostarsi nei comuni limitrofi. L’Amministrazione comunale ha già fatto la sua parte offrendo a titolo gratuito i propri locali per garantire sul territorio l’importante presidio sanitario per i più piccoli; ora tocca alla Regione”.


    “Con l’interrogazione presentata -conclude Borghetti- vogliamo sapere dalla Giunta regionale se abbia intenzione di rivedere gli azzonamenti degli ambiti e la relativa dotazione di pediatri, così da garantire una maggiore e migliore risposta alle famiglie in merito al servizio e, più nel dettaglio, come intenda tutelare il servizio pediatrico a Vanzago, affinché sia data risposta alle richieste avanzate dalle famiglie di riavere sul proprio territorio comunale la figura del pediatra di base, evitando loro disagi e garantendo fiducia e continuità, imprescindibili e dovute per l’assistenza pediatrica.”

     

    Articolo precedenteVigili del Fuoco, anche i volontari di Magenta e Corbetta al memorial Pinuccio La Vigna
    Articolo successivoCinquina di vittorie per la Busto Bpm Sport Management