A Vanzago arriva la banda ultra larga

    148

    VANZAGO –  La banda ultra larga sta arrivando nelle case di tutti i cittadini di Vanzago: a realizzare la nuova infrastruttura sarà Open Fiber, la partecipata di Enel e Cassa Depositi & Prestiti che si è aggiudicata sia il primo che il secondo bando Infratel (società “in house” del Ministero per lo Sviluppo Economico) per collegare con la fibra ultraveloce più di 6.700 comuni di 16 regioni italiane e della Provincia Autonoma di Trento. La rete sarà data in concessione per 20 anni a Open Fiber, che ne curerà anche la manutenzione, e rimarrà di proprietà pubblica.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Il progetto, presentato giovedì 27 settembre sera presso il Comune di Vanzago, prevede un investimento di oltre 600mila euro per cablare in modalità FTTH (Fiber To The Home) più di 4mila unità immobiliari del territorio, attraverso una rete di quasi 18 km. Il piano complessivo per raggiungere con la fibra ultraveloce di Open Fiber le aree bianche della Lombardia è di circa 410 milioni di euro.

    “Con immenso orgoglio e un pizzico di emozione, possiamo affermare che con questo investimento la comunità di Vanzago entrerà nel futuro poiché avremo la fibra ottica e la banda ultra larga di ultima generazione in tutte le case ed aziende” sono le parole del Sindaco Sangiovanni e dell’Assessore ai Lavori Pubblici Pravettoni.

    “Grazie a questo progetto il Comune di Vanzago, nell’ambito del piano di sviluppo digitale, manterrà il passo di tutti i comuni dell’area metropolitana milanese – sottolinea Luca Nanna, Regional Manager Open Fiber della Lombardia (Cluster C&D, ossia le aree bianche o a fallimento di mercato) –e potrà avviare tanti progetti innovativi per cittadini, enti e imprese. La nuova infrastruttura consentirà di navigare ad una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo, assicurando così prestazioni non raggiungibili con le attuali reti in rame o miste fibra/rame”.

    Open Fiber cercherà di ridurre al minimo i disagi per i cittadini utilizzando, ove possibile, le infrastrutture esistenti. Eventuali attività di scavo saranno eseguite con tecniche innovative e a basso impatto ambientale e interesseranno soltanto il 26% dell’intera rete.

    “I cantieri partiranno a metà ottobre e resteranno aperti per circa sei mesi – spiega il Field Manager di Open Fiber, Lino di Lenavoglio ringraziare il Sindaco Sangiovanni, l’Assessore Pravettoni e gli Uffici Tecnici del Comune di Vanzago per il supporto fornito sin dal primo momento. Una volta conclusi i lavori, l’utente potrà contattare un operatore nostro partner, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, grazie ad una connessione rapida, sicura e a prova di futuro”.

    Open Fiber è infatti un operatore wholesaleonly: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. Anche le sedi della Pubblica Amministrazione saranno connesse con la fibra ottica, al fine di migliorare le relazioni con i cittadini e di velocizzare la digitalizzazione del Paese.Dopo la conclusione dei lavori, sarà quindi necessario attendere che tali operatori si facciano avanti e promuovano offerte e servizi specifici a cittadini e imprese, come già avviene nelle grandi città dove il mercato della banda ultra larga è già sviluppato.

    Articolo precedenteBareggio: il presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia in visita a “Villa Arcadia”
    Articolo successivoA San Vittore Olona un ottobre all’insegna di poesia e musica