Cultura/Tempo Libero

A Trecate domani arriva Movie Tellers – Narrazioni cinematografiche

In programma un cortometraggio, un documentario e un lungometraggio, arricchiti da un momento conviviale di aperitivo curato dai partner Slow Food Piemonte e Valle d'Aosta e Nova Coop

TRECATE NO –  Torna per la 3a edizione la rassegna Movie Tellers – Narrazioni cinematografiche, che continua a crescere coinvolgendo un numero sempre maggiore di sale nella sua rete distributiva local&slow toccando i quattro angoli di una regione, il Piemonte, dalla spiccata vocazione cinematografica.

 

Movie Tellers che fa parte del progetto “Piemonte Cinema Network”, è realizzata da Associazione Piemonte e si avvale del sostegno di Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte e la partecipazione di Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival e TorinoFilmLab che in sinergia hanno studiato una programmazione per offrire al pubblico un’esperienza completa che porta il cinema a diretto contatto con gli spettatori grazie alla presenza in sala di autori, protagonisti e professionisti, pronti a raccontare e raccontarsiDall’1 al 31 ottobre i 12 titoli scelti – 4 lungometraggi, 4 documentari, 4 cortometraggi – arriveranno in 27 città delle 8 province del Piemonte dando vita a una rassegna ricca con 137 proiezioni in 35 appuntamenti.

 

Il Cinema Silvio Pellico di Trecate (piazza Riccardo Cattaneo, 24), è uno dei cinema selezionati con Agis-Anec Piemonte e Valle d’Aosta che hanno aderito al circuito distributivo di Movie Tellers e VENERDÌ 18 OTTOBRE la rassegna farà tappa qui con 1 cortometraggio, 1 documentario e 1 lungometraggio selezionati dalla recente produzione cinematografica legata alla regione. Una programmazione ricercata e al tempo stesso pensata per un pubblico variegato.

 

L’appuntamento di Trecate parte alle 18.00 con Tempo critico di Gabriele Pappalardo, frutto della 1ª edizione del laboratorio di Torino Factory, è stato girato a Torino nell’estate 2018 e dopo il successo raccolto allo scorso TFF è arrivato fino allo Short Film Corner del Festival di Cannes.

A seguire alle 18.30 proiezione di Dove bisogna stare, presentato al 36° Torino Film Festival, in cui il regista Daniele Gaglianone mostra le vite di quattro donne ai confini e tra queste Elena, che affronta quotidianamente le contraddizioni della Valsusa di oggi. Il regista sarà presente in sala accompagnato da Elena Pozzallo.

Si rinnova anche quest’anno la partnership con Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta alla quale si aggiunge la Nova Coop che dalle 20.15 darà vita ad una degustazione di prodotti locali, ideale preludio alla proiezione che aprirà la serata alle 21.00. Come nella passata edizione, Movie Tellers darà infatti un assaggio di uno degli omaggi del prossimo Torino Film Festival (22 – 30 novembre 2019), dedicato allo scrittore torinese e regista MARIO SOLDATI. A vent’anni dalla sua scomparsa si potranno ripercorrere, grazie al patrocinio della Rai e in collaborazione con Rai Teche, alcune tappe di quello che è a tutti gli effetti il precursore dei numerosi format che uniscono tv e gastronomia: Viaggio nella valle del Po – Alla ricerca dei cibi genuini.

In chiusura, alle 21.30, Tutti pazzi a Tel Aviv di Sameh Zoabi, scelto dal Lussemburgo per essere rappresentato nella corsa agli Oscar. La commedia è vincitrice del TorinoFilmLab Audience Design Fund e, dopo l’anteprima al Festival di Venezia nel 2018, è stata distribuita con successo in oltre 10 paesi in tutto il mondo. In apertura di serata sarà ospite il giornalista Massimo Delzoppo del Corriere di Novara per un breve momento di confronto sul tema “Cinema e territorio – Comunicare il cinema”, nato dalla collaborazione con l’Associazione Stampa Subalpina.

In ognuno degli appuntamenti il pubblico potrà assistere alla proiezione di 4 film e intrattenersi con i momenti conviviali degli aperitivi, con un biglietto d’ingresso volutamente accessibile di 7 € (ridotto 4 €).

 

PROGRAMMA VENERDÌ 18 OTTOBRE

TRECATE, Cinema Silvio Pellico (piazza Riccardo Cattaneo, 24)

Ore 18.00 | Tempo critico di Gabriele Pappalardo

Ore 18.30 | Dove bisogna stare di Daniele Gaglianone

Ore 20.15 | Degustazione a cura di Slow Food in collaborazione con Nova Coop

Ore 21.00 | Viaggio nella valle del Po – Omaggio a Mario Soldati

Ore 21.30 | Tutti pazzi a Tel Aviv di Sameh Zoabi

 

FILM

 

Tempo critico di Gabriele Pappalardo (Italia, 2018, 19’, col.)

Interpreti: Luca De Stasio e Andrea “Fazza” Mey

Fattore Piemonte: girato a Torino nell’estate 2018 nell’ambito della 1ª edizione del contest Torino Factory. Il

cortometraggio ha ottenuto il premio del concorso.

Sinossi: Un tempo le torri segnavano il confine della città. Sono palazzi popolari costruiti nel periodo dell’espansione urbanistica, dove vivono due amici. Luca, cresciuto dalle zie, si guadagna da vivere tagliando capelli, “Fazza” sogna di farsi una famiglia e di avere una vita normale.

 

Dove bisogna stare di Daniele Gaglianone (Italia, 2018, 97’, col.)

Interpreti: Jessica Cosenza, Lorena Fornasier, Georgia Borderi, Elena Pozzallo

Fattore Piemonte: presentato al 36° Torino Film Festival, è diretto dal regista torinese d’adozione Daniele Gaglianone e girato in parte in Valsusa.

Sinossi: Georgia, ventiseienne, faceva la segretaria. Un giorno ha trovato di fronte alla stazione di Como un

accampamento improvvisato con un centinaio di migranti. Ha pensato di dare una mano, poi ha deciso di spendere una settimana delle sue ferie per dare una mano un po’ più sostanziosa. È ancora lì. Lorena, una psicoterapeuta in pensione a Pordenone; Elena, che lavora a Bussoleno e vive tra i monti dell’alta Valsusa, e Jessica, studentessa a Cosenza, sono persone molto diverse. A tutte però è successo quello che è successo a Georgia: si sono trovate di fronte a una situazione di marginalità e non si sono voltate dall’altra parte. Sono rimaste lì, dove sentivano che bisognava stare.

 

Tutti pazzi a Tel Aviv di Sameh Zoabi (Lussemburgo/Francia/Israele/ Belgio, 2018, 97’, col.)

Interpreti: Kais Nashif, Lubna Azabal, Yaniv Biton, Nadim Sawalha, Maisa Abd Elhad

Fattore Piemonte: il film ha vinto il premio a sostegno della distribuzione TFL Audience Design Fund, del TorinoFilmLab.

Sinossi: Salam, un affascinante trentenne palestinese che vive a Gerusalemme, fa l’assistente ai dialoghi per una notissima e seguitissima soap-opera, intitolata “Tel Aviv brucia” prodotta a Ramallah. Ogni giorno, per raggiungere gli studi televisivi, Salam deve passare attraverso un rigido checkpoint israeliano. Qui conosce Assi, il comandante incaricato del posto di blocco, la cui moglie è una grande fan di questa soap. Per impressionare comandante e moglie, Salam si spaccia per uno degli sceneggiatori della serie, ottenendo, in un primo momento, molti benefici…

 

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi