A Somma Lombardo in arrivo il ‘car sharing’ elettrico

    44

    Arrivanpn“E-vai Public” e cinque punti di ricarica per i veicoli a basso impatto ambientale

     

    SOMMA LOMBARDO – Cinque punti di ricarica per auto elettriche e un veicolo a basso impatto ambientale in condivisione per la cittadinanza. È il piano dell’amministrazione comunale per introdurre il car sharing ecologico a Somma Lombardo, all’interno di un più ampio progetto di promozione e sviluppo di iniziative di mobilità sostenibile e di riduzione dell’inquinamento.

    “Entro la fine dell’anno saranno operative le colonnine di ricarica in cinque punti strategici e di maggior collegamento della città”, dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Edoardo Piantanida: si tratta dei parcheggi del palazzo comunale, del cimitero del capoluogo, della stazione, delle poste di corso Repubblica e di via Carlo del Prete a Mezzana. “Dopo il relamping a led delle scuole e dell’illuminazione pubblica, ora ci occupiamo anche della mobilità”, aggiunge Piantanida.

    Ciascuna postazione, accessibile al pubblico 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, permetterà di ricaricare due auto elettriche in modalità “Quick charge” al costo di 0,35€/kWh, attraverso sistemi di pagamento smart. La società Ressolar di Bergamo, che ha presentato l’offerta giudicata migliore, gestirà impianti e infrastruttura per almeno cinque anni senza ulteriori costi a carico del Comune.

    Per lo stesso periodo, cioè fino a tutto il 2024, sarà attivo il servizio di car sharing con veicolo elettrico “E-Vai Public”. Il veicolo sarà a disposizione del personale del Comune tutte le mattine dal lunedì al venerdì e in condivisione con i cittadini, sommesi e non, durante la chiusura degli uffici e nel fine settimana. Per prenotarlo si potranno usare app, sito oppure numero verde, previa registrazione.

    L’adesione al circuito E-vai, società del gruppo FNM S.p.A. che si è aggiudicata l’appalto per 33mila euro, permetterà di utilizzare l’auto noleggiata in numerose località della Lombardia, aeroporti compresi, dove sono già disponibili degli stalli di ritiro o riconsegna. Per conoscere le tariffe e il funzionamento del servizio è a disposizione il sito https://www.e-vai.com/servizi/regional-electric

    Infine, per tutti gli utilizzatori di auto elettriche, visti anche gli incentivi statali e regionali all’acquisto, la giunta – annuncia l’assessore Piantanida – sta valutando la possibilità di rendere gratuita la sosta sulle strisce blu presenti sul territorio comunale.

    Articolo precedenteCrisi CNH Pregnana, giovedì 24 summit al Pirellone. Parla Giudici (Lega)
    Articolo successivoIl fiume Ticino nella letteratura italiana- di Giuseppe Gianpaolo Casarini