‘++A Milano sta per arrivare Tech Bus, primo passo verso la guida assistita

    162

     

    MILANO  Il Comune di Milano, Atm e il Politecnico di Milano, insieme a Vodafone e Ibm, annunciano Tech Bus, il primo filobus sviluppato attraverso un innovativo progetto di ricerca sulla mobilita’ che implementa tecnologie cloud ibride connesse alla rete 5G per la guida assistita. Si tratta, afferma una nota, del primo passo del percorso verso la guida autonoma, con l’obiettivo di elevare ancora di piu’ i livelli di regolarita’ e sicurezza del trasporto pubblico locale.

    Tech Bus e’ uno dei primi risultati del progetto sviluppato nell’ambito del Jrl, Joint Research Lab per la mobilita’ urbana: un’iniziativa di ricerca per Milano, citta’ sempre piu’ “intelligente” e green, sperimentando una mobilita’ connessa, elettrica e semi-autonoma, con un lavoro condotto in partnership con i leader in ricerca, tecnologia e trasporti, per migliorare l’integrazione e la sicurezza degli spostamenti dei cittadini e dei visitatori della citta’. Del Jrl fanno parte oltre ai gia’ citati Comune di Milano, Atm, Politecnico di Milano, Ibm e Vodafone, anche la Fondazione Politecnico di Milano, la Camera di Commercio di Milano, Brembo, Enel X, Pirelli, Solaris Bus & Coach, STMicroelectronics. Il primo Tech Bus guidato dall’innovazione e’ un filobus della flotta Atm sulla linea filoviaria 90/91: i sensori intelligenti a bordo utilizzano la comunicazione V2I (Vehicle to Infrastructure) per consentire al mezzo di dialogare costantemente lungo il percorso con i semafori e l’infrastruttura stradale, contribuendo a creare un ecosistema di mobilita’ cooperativa in cui le tecnologie permettono di migliorare la sicurezza stradale e pone le basi per la nuova frontiera della guida autonoma. All’esterno avra’ una livrea riconoscibile indaco, blu e verde.

    Articolo precedenteGemellaggio Arluno-San Justo: il console argentino in Comune dal sindaco Agolli
    Articolo successivoIl professor Galli ‘un filo’ ottimista (menu mal..): ‘Vaccino Pfizer efficace al 97.4%’