‘+A Corbetta non ci si annoia mai: Furci, illegittimo il licenziamento. Comune condannato a pagare 10mila euro. Ballarini: ‘Scioccante’

    181

     

    CORBETTA Ennesimo colpo di scena nell’ambito del caso di Salvatore Furci e dei suoi ‘burrascosi’ rapporti col e nel Comune di Corbetta.

    Il Tribunale del Lavoro di Milano ha infatti dichiarato illegittimo il licenziamento di Salvatore Furci dal corpo di Polizia Locale di Corbetta, condannando il Comune ad un risarcimento di 10 mila e cinquecento euro. Notizia che arriva dopo l’arresto di Furci delle scorse settimane, confermato successivamente del Tribunale del Riesame.

    Furci, come noto, si trova in carcere dopo essere stato arrestato con l’accusa di aver nascosto alcune dosi di cocaina nell’auto della sua ex comandante della Locale, Lia Vismara, “colpevole” di non averlo dichiarato idoneo dopo un periodo di prova. Dopo questa valutazione, Furci non era stato assunto dal Comune di Corbetta e aveva appunto fatto fatto ricorso al Tribunale del Lavoro, decidendo inoltre di incastrare la sua superiore lasciando della sostanza stupefacente nella sua vettura.

    Il sindaco di Corbetta, Marco Ballarini, ha rilasciato a sentenza ‘calda’ alcune dichiarazioni all’Ansa, definendo la sentenza “scioccante”, trattandosi di “un ex vigile arrestato a seguito di una richiesta di misura cautelare emessa dalla Direzione Antimafia di Milano”, cui il “Tribunale del Riesame ha negato la scarcerazione perche’ ritenuto disinvolto nel suo agire criminale e nell’uso improprio del ruolo di pubblico ufficiale”, concludendo di essere pronti al ricorso.

    SALVATORE FURCI

    “E loro devono spendere? Cioe’ non si?Quando col Giudice questi… Gli avvocati si danno del tu, capito?”, diceva Furci intercettato al telefono mentre parla della sua causa di lavoro contro il Comune di Corbetta, contenute nel faldone di inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, Sulla base di queste parole il sindaco di Corbetta Marco Ballarini lancia un appello alla magistratura “affinche’ faccia luce su quanto accaduto” al netto di una sentenza che “sancisce come illegittimo il licenziamento ma, a differenza di quanto chiesto dalla parte, intima al Comune di pagare diecimila euro”.

    In aggiunta, ha continuato Ballarini, “sono state compensate le spese legali, se il licenziamento fosse stato illegittimo come sarebbe possibile indennizzare con una cifra del genere e per di piu’ con le spese compensate?”.

    Poi il sindaco ha concluso: “qualora volessimo ritenere (e non e’ cosi’) non corrette le valutazioni per il licenziamento, il personaggio e’ oggi in carcere proprio per la sua spiccata capacita’ di delinquere e quindi inidoneo sotto ogni punto di vista a ricoprire il ruolo di ufficiale di Polizia Locale”.

     

    Articolo precedenteTrasporto merci: intesa Fnm e Sea per intermodalita’ a Malpensa
    Articolo successivoBernate Ticino: incendio in via Vallogge di Sotto, intervengono i Vigili del Fuoco di Magenta