A Cassinetta tornano i No Tang, manca la leadership ma lo spirito rimane

    129

     

     

    CASSINETTA – Per il terzo anno è tornata la festa del comitato No Tangenziale a Cassinetta, sotto uno splendido cielo azzurro e assolato.

    Nonostante una parte del palazzo comunale sia fasciata e inagibile a causa di lavoro, gli oppositori alla strada di collegamento con Malpensa si sono messi in piazza Negri con un banchetto e dei rendering con le immagini di parti del collegamento infrastrutturale e nel bel parco comunale lungo il Naviglio, dove alcuni produttori agricoli di ottima qualità, da Marco Cuneo alla cascina Lema ad altri, hanno messo in vendita i loro prodotti.

    Manca, e si sente, la leadership di un Domenico Finiguerra, che da tempo ha avuto degli attriti col gruppo originario, ma a Cassinetta l’onda lunga ambientalista ha portato i Verdi ad oltre il 16 per cento, alle ultime Europee.

    La giornata prosegue nel  pomeriggio coi due incontri che vi ricordiamo. Per ora, i No Tang una vittoria l’hanno certamente conseguita, ossia il fatto che nonostante la stragrande maggioranza del territorio sia favorevole all’opera, non si vedono nè bandi di gara nè tanto meno cantieri.

    E pur in assenza della predetta leadership, si tratta pur sempre di un risultato.

     

     

    PARCO DE ANDRÈ ore 15 circa
    LABORATORIO IMPREVEDIBILISSIMO per adulti e bambini
    “COSTRUIAMO INSIEME GLI SCACCIA ASFALTO”
    Se l’incubo di questa colata di asfalto rattrista anche te
    proviamo a scacciarlo con questo amuleto magico per cacciare via rotatorie infinite, svincoloni, ponti di cemento
    e far arrivare alberi, prati verdi, più strade libere dalle auto
    e scorazzare a piedi o in bicicletta!
    (SE NE HAI) PORTA CON TE PIUME, FOGLIE, RAMETTI, GLITTER, NASTRI, SONAGLIETTI, FILO DI LANA, CORALLINI, TRINOLINE
    ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆
    SPAZIO POLIVALENTE ore 16
    INCONTRO
    “OLTRE IL GIARDINO”
    Con Gloria Pessina (Laurea in Urban Planning and Policy Design presso e dottorato di ricerca in Spatial Planning and Urban Development presso il Politecnico di Milano) e Massimo Venturi Ferriolo (filosofo, già ordinario di Filosofia della storia dell’Università degli Studi di Salerno e di Estetica del Politecnico di Milano).

     

    Articolo precedenteRegione Lombardia contro bullismo e cybverbullismo, 60mila euro e tre anni di progetti in campo
    Articolo successivoMagenta: quarant’anni di solidarietà per i volontari del Parco del Ticino (VIDEO)