Big bench, che festa a Bernate Ticino: baciata dal sole la prima dell’area metropolitana milanese

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

BERNATE TICINO Baciato dal sole, alla fine il grande giorno è arrivato. Domenica 24, ieri, a Bernate Ticino è andata in scena l’inaugurazione della prima ‘big bench’ nell’area metropolitana milanese: esattamente e come detto a Bernate, nel cuore del Parco Ticino.

Molte le autorità istituzionali presenti all’evento: oltre al primo cittadino di Bernate, tanti altri primi cittadini, il senatore Massimo Garavaglia, il presidente del Parco Ticino Cristina Chiappa, l’assessore regionale Gianluca Comazzi.

Riportiamo le parole cariche di entusiasmo di uno dei protagonisti dell’intrapresa, il Centro Didattico Milanta ETS:

“Ieri è stata una giornata speciale!

Lo vediamo anche in queste spettacolari fotografie dal drone grazie all’amico Alessio Fusè.

Abbiamo ottenuto un permesso speciale dell’ente Parco Ticino per poter immortalare dall’alto il nostro meraviglioso territorio, dove ieri abbiamo inaugurato la Big Bench Bernate Ticino , azzurra come le acque del fiume e verde come i boschi.

Un fiume di persone, poco meno di quattrocento tutte insieme solo nel momento dell’inaugurazione, più altre decine ordinate e silenziose nel resto della giornata, hanno scelto di percorrere queste strade sterrate e questi sentieri tra i boschi per contemplare la bellezza del nostro territorio.

La panchina gigante, vista dall’alto, diventa minuscola, quasi invisibile rispetto alla vastità della natura che la circonda! Le acque azzurre del Ticino che scorrono lì nei pressi, dove si specchia il verde degli alberi si fondono in un colore che dall’alto assume cangianti sfumature.

Da un’idea di Milanta ETS e con il sostegno di Indutex S.p.A. il nostro territorio da adesso in poi godrà di tutta questa meraviglia a disposizione di chi vorrà contemplarla dal punto di vista della panchina gigante di Bernate Ticino. Una panchina uguale ad altre 325 che ci sono nel mondo, con decine di migliaia di persone che d’ora in avanti verranno qui, proprio grazie alla panchina, per la prima volta, a conoscere un territorio poco noto al grande pubblico, ma dalle straordinarie potenzialità ricettive e attrattive.

Questo vuol dire fare rete nel territorio: imprenditori sensibili, amministrazioni comunali lungimiranti ed enti del terzo settore a fare da tramite per regalare alla collettività qualcosa di cui essere orgogliosi, da tutelare e da proteggere. A questo proposito, a breve, tramite un’apposita convenzione con l’ente Parco, noi ci prenderemo cura del luogo dove si trova la Big Bench, per farlo trovare sempre pulito e accogliente.

Questa bellezza è per tutti noi!”

Sprizza un legittimo e comprensibile entusiasmo anche Marcello Mazzoleni, che si è speso moltissimo per la realizzazione del progetto: “Ieri c’era davvero parecchia gente: un grande successo, una festa di partecipazione, con persone arrivate persino da Reggio Emilia. E’ bello che tutto questo faccia da stimolo e da rete fra amministrazioni, imprenditori e privato sociale. Il tutto a costo zero per le casse pubbliche, è bene ricordarlo: la Fondazione con sede a Clavesana (Cuneo) che disciplina la posa delle big bench approva il progetto solo se presenta dei requisiti ben precisi e ben determinate caratteristiche. Si tratta di un potenziale volano per tutto l’Est ticino, anche in chiave di valorizzazione turistica. Basti solo pensare alle 60mila persone che sono iscritte al gruppo Facebook delle big benche: attualmente ce ne sono 325 nel mondo, di cui 300 in Italia, 160 in Piemonte e circa 50 in Lombardia. Inoltre è un turismo lento e sostenibile, principalmente a due ruote. Noi come Milanta Ets siamo a disposizione dei Comuni: è stato un grande vanto essere stati promotori della Big Bench di tutta l’area metropolitana milanese”, conclude Mazzoleni.

(Ringraziamo Milanta ETS per le foto realizzate col drone di Alessio Fusè)

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner