Magenta, elezioni…. state al gioco: se vince Del Gobbo questa la ripartizione per seggi

131

MAGENTA –  Ovviamente la seguente è solo una simulazione, a bocce ferme nel caso in cui il risultato del ballottaggio, dovesse confermare Luca Del Gobbo davanti ad Enzo Salvaggio.

Ma si sa, anche se ad oggi la distanza è abissale, il ballottaggio è un secondo tempo in cui si riparte di fatto da zero a zero. Ma vediamo quello che è ‘lo status quo’.

Ad oggi se dovesse prevalere il già Primo cittadino di Magenta per due lustri e attualmente Consigliere regionale i seggi della Maggioranza di Cdx sarebbero così suddivisi: 5 alla lista civica ‘Del Gobbo Sindaco di tutti’ che ha compiuto un autentico exploit, 2 alla Lega che confermerebbe gli attuali 2 Assessori uscenti (Aloi e Gelli) con il ‘Barone di Pontevecchio’ (al secolo Maurizio Baroni ndr) pronto a scattare nel caso in cui uno dei due dovesse entrare in Giunta, quindi, due a Forza Italia con Fabrizio Ispano e l’assessore uscente Laura Catttaneo (uno sopra i 100, una sotto), infine per Fratelli d’Italia toccherebbe a Stefania Bonfiglio che ha staccato tutti gli altri (a meno di un suo ingresso in Giunta e a quel punto toccherebbe a Marco Maltagliati prendere lo scranno in Consiglio).

Veniamo al Centrosinistra. Con il PD che oltre al candidato Sindaco Enzo Salvaggio prenderebbe 3 Consiglieri comunali. E anche qui arrivano le belle notizie perché si tratta di tre volti giovani (ma già da lungo tempo impegnati in ambito politico): il segretario Luca Rondena (238), Matteo Di Gregorio con 123 e Paolo Salvaggio con 119. Quanto a Progetto Magenta, spetterebbero due seggi: uno a Silvia Minardi e l’altro a Valentina Campana che pur avendo preso gli stessi voti di Roby Bertani (62), dovrebbe entrare nel parlamentino locale essendo più giovane.

Ma ovviamente, lo ribadiamo ancora, è solo un gioco. Per il Consiglio comunale, quello vero, ne riparliamo dopo il 26.

F.V.

(nella foto in evidenza una seduta di Consiglio comunale in epoca pre Covid)

 

 

*(nei seggi della maggioranza è stato erroneamente invertito il dato di Forza Italia che avrebbe diritto a due consiglieri comunali con quello di Fratelli d’Italia che ha diritto ad un solo consigliere comunale)

Articolo precedenteTrasporto ferroviario: la Lega con Monti lancia il suo appello al Governo
Articolo successivoRigenerazione urbana, incrementata di 9 milioni di euro la dotazione economica. Ben 349 mila euro ad Arconate