Magenta, parla Zanardi: “ASM è un’azienda in salute con una chiara strategia di crescita e sviluppo”

253

 

MAGENTA – “Comprendo perfettamente che il prossimo appuntamento elettorale magentino sia anche l’occasione di polemiche relative alla nostra azienda – commenta l’Amministratore delegato di ASM, Avv. Andrea Zanardi – però ho l’impressione che di ASM molti protagonisti politici conoscano piuttosto poco.

L’ottenimento dell’iscrizione al registro Anac, ottenuto dopo 4 anni, rappresenta un riconoscimento molto significativo in ordine alla bontà della governance. Credo sia sfuggita, del tutto, poi la portata di alcuni accordi come quello relativo a Neutalia e all’Ati di Zibido San Giacomo. In entrambi i casi la nostra azienda è entrata in relazione diretta con realtà molto importanti del settore come Cap Holding e Agesp.
L’operazione Neutalia – continua Zanardi – ci consente di avere uno sbocco a pochi passi per il conferimento a costi controllati dei rifiuti raccolti mentre l’Ati di Zibido ci porta a una nuova interlocuzione con Amaga in un ambito, quello del fotovoltaico, di grande attualità. In definitiva, pur rimanendo ancorata al territorio del Magentino,
ASM sta diventando adulta e va a confrontarsi sempre più con aziende importanti. Sui conti – conclude Zanardi – sarei curioso di sapere quali sono le aziende che dovremmo prendere a riferimento, visti i risultati ottenuti”.

 

Altro che azienda da sciogliere. L’Avvocato Andrea Zanardi alla guida di ASM risponde a chi durante queste settimane di campagna elettorale (Progetto Magenta) chiede in modo provocatorio la rottamazione di ASM.

E porta come riprova delle sue affermazioni,  soprattutto il lavoro intenso e sotto traccia portato avanti in questi mesi, archiviate le polemiche e le buriane politiche dell’epoca di Elisabetta Lanticina. 

Sempre Zanardi, ha colto l’occasione anche per fare il punto rispetto alle prospettive future delle Public Utility del Magentino:

L’Assemblea dei soci ha recentemente approvato le linee di un piano industriale molto ambizioso, che prevede uno sviluppo spinto nei settori della mobilità elettrica, delle nuove fonti di energia, della raccolta differenziata dei rifiuti e del risparmio energetico, con un occhio attento a tutte le possibilità esistenti per effettuare
consolidamenti e aggregazioni con altre società e avviare intese su singoli temi, con
l’obiettivo di diventare un riferimento nell’ambito dell’economia circolare”.

Nei prossimi giorni, siccome è davvero molto vasta e, soprattutto, su più fronti l’attività di ASM, Ticino Notizie ne andrà ad analizzare e ad approfondire i singoli focus.

 

Articolo precedenteAbbiategrasso, Birra del Parco: domani è qui la festa per il sesto anniversario
Articolo successivoElezioni, Fratelli d’Italia. Altro che lista debole ! Ciclone Maltagliati fa il pienone con la Dossi al Sivas Magenta