Valle Ticino-Lomellina: sabato alla scoperta della Garzaia di Sant’Alessandro

89

ZEME LOMELLINA PV – Prosegue il progetto Rete Ecologica Ca’ Granda (REC), che vede il coinvolgimento del Consorzio e che è finalizzato alla creazione di natura a sud di Milano.

Per misurare l’impatto positivo dei nuovi micro-habitat e delle buone pratiche agricole adottate, i ricercatori della FLA – Fondazione Lombardia per l’Ambiente sono impegnati a monitorare quale effetto abbiano sulla biodiversità.

Nel 2021, nell’area di Morimondo, è stato osservato che la pratica di allagare le risaie in primavera e di mantenere in campagna fasce a prato non falciato ha fatto quasi raddoppiare il numero di esemplari presenti. Un segnale inequivocabile di quale sia la direzione da intraprendere per assicurare la salute dei nostri ecosistemi. Per saperne di più CLICCA QUI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sempre in tema di progetti ambientali, ETVilloresi partecipa altresì al progetto Aretè- Acqua in reteche si propone di migliorare la qualità degli ambienti naturali e agricoli tra la Valle del Ticino e la Lomellina.
Il 21 maggio avrà luogo, in due turni (ore 10.00-11.45 e 11.15-13.00), la visita della Garzaia di Sant’Alessandro, dove il partner di progetto Provincia di Pavia ha effettuato interventi di miglioramento idraulico.
Posti limitati; per l’iscrizione CLICCA QUI

 

 

Articolo precedenteSostenibilità: a Milano la parete verde intelligente che riduce l’inquinamento
Articolo successivoSanità. Milano, nuovo centro per la diagnosi e la prevenzione CerbaHealthCare con l’ex interidta Galante