Magenta, l’ultima in grande stile della “Casa delle Culture” in Villa Colombo, prima del “foglio di sfratto”…

186

Dal 18 al 22 maggio 2022 Villa Colombo (viale Lombardia 15/F a Magenta) sarà animata da un grande evento artistico, culturale ed educativo targato La Casa delle Culture: conferenze sul tema della creatività e della cura con specialisti del settore, laboratori e
workshop, performance teatrali, corporee e musicali, un allestimento artistico e street food per tutto il fine settimana. Sarà anche l’ultimo atto in un luogo simbolo del Quartiere Nord.

L’amarezza di Vaninka Riccardi e di tutto lo staff: Un saluto faticoso e non voluto, che coglie alla fine di una pandemia, nel pieno di progettazioni in essere e di investimenti sul futuro da realizzare insieme a un’equipe di professionisti e compagni di viaggio…”

 

MAGENTA   – Con il patrocinio del Comune di Magenta e il sostegno di Fondazione Ticino Olona, La Casa delle Culture (ATS formata da Associazione tra artisti Ciridì ETS e A.P.S. Gruppo Grisù, che promuove un progetto interculturale, educativo e sociale) offre alla cittadinanza un vero e proprio festival multidisciplinare.

“LA CREATIVITA’ CREA CURA: PRENDITI CURA DELLA CREATIVITA’” vuole
presentare le diverse anime che compongono il cuore di Casa delle Culture: l’impegno per
le famiglie e i bambini, l’attenzione alle fragilità, la valorizzazione delle diversità, i
progetti con e per i giovani sul territorio ma anche all’estero (Erasmus+).
Cinque giorni di festa, aggregazione, formazione e educazione attraverso il teatro, la
musica, la danza, l’arte grafica, la creazione di connessioni virtuose.
Il festival vuole essere rappresentazione di tre movimenti:
– UN METODO DI LAVORO
Un evento per raccontare un modo di lavorare in rete attraverso l’arte, la creatività e
la cultura, prendendosi cura della comunità. La radice del lavoro di CASA DELLE CULTURE abbraccia la dimensione della cura in senso esteso: cura delle relazioni tra persone, tra istituzioni, cura degli spazi, cura di una città, di un territorio. Il significato della parola “cura” ha un senso etimologico antico legato a “cuore”, secondo cui “cura” è ciò che scalda, attiva e stimola il cuore.
Un lavoro costruito a piccoli passi, con tenacia e resistenza, giorno per giorno, attraversando ostacoli, pandemie, complessità di vario tipo, senza mai fermarsi,
senza mai arrendersi.
– LA RETE
Un lavoro fatto negli anni in sinergia con diverse realtà (istituzionali, associative,
professionistiche, nazionali e internazionali), un lavoro di rete a sostegno del
benessere di tutti i cittadini.
Concretamente saranno presenti Cooperativa Sociale Onlus Albatros, ASST Ovest
Milanese – Progetto TR105, Università degli Studi di Pavia, Associazione Totem La
Tribù delle Arti, Associazione Culturale Controvento, Associazione Culturale Il Rigo Musicale, Associazione I Ragazzi di Magenta, Associazione Young Effect,
Coordinamento Anpi del Magentino, Comitato Intercomunale per la Pace, Casa
editrice l’Orto della Cultura, Libreria Il Segnalibro Magenta, Associazione Schedía
Teatro, inFraC, Caracol APS, Dora e Pajtimit APS, Istituto Design Palladio,
Asociacion Dinámica, professionisti e artisti.

 

 

– UN SALUTO
Dal 2016 La Casa delle Culture ha abitato, amato e abbellito Villa Colombo, unendo l’esperienza artistica di Ciridì alla competenza educativa e gestionale di Grisù, presente nello stabile comunale fin dalla riapertura dopo la ristrutturazione. A giugno 2022 La Casa delle Culture purtroppo cambierà casa e questo evento è anche un modo di salutare il luogo fisico che ha accolto il progetto in questi anni.
Un saluto faticoso e non voluto, che coglie alla fine di una pandemia, nel pieno di
progettazioni in essere e di investimenti sul futuro da realizzare insieme a un’equipe di professionisti e compagni di viaggio.

Ecco il programma:
Mercoledì 18 e giovedì 19 due conferenze, su prenotazione obbligatoria, che aiuteranno
a riflettere sulle connessioni tra creatività e cura e sulla dimensione comunitaria e creativa.
Nel dettaglio:
Mercoledi 18 maggio:
ore 20,30 conferenza: “La creatività che crea cura”
Interverranno e dialogheranno con i partecipanti:
Alessia Repossi – psicologa/psicoterapeuta
“Creatività e cura: significati e connessioni”
Daniele Casini – Cooperativa Albatros
“La creatività in ambito educativo: occasione di cura”
Laura Pomari – psicomotricista e antropologa culturale – Associazione Caracol
“Creatività e alterità: incontri trasformativi”
Besmir Rrjolli – operatore teatrale, fondatore Dora e Pajtimit APS
“Teatro sociale e co-sviluppo: fare e stare nella rete”
Giorgio Cerati – psichiatra
“Prenditi cura della comunità: connessioni creative
Giovedì 19 maggio:
ore 20.30 conferenza: “Prenditi cura della creatività”
Interverranno e dialogheranno con i partecipanti:
Giulia Innocenti Malini – docente di Teatro Sociale – Università di Pavia
“Processi creativi e senso di comunità”
Luca Micheletti – Sonia Facchetti – Marco Aldegheri – ASST OVEST MI – progetto TR105
“Sentirsi comunità: quali appartenenze in età giovanile?”
Roberta Villa – operatrice teatrale e formatrice – Associazione tra artisti Ciridì ETS
“L’esperienza teatrale come creazione condivisa di significati, narrazioni e appartenenze”
Antonella Piras – presidente Totem La tribù delle Arti
“Dallo strumento all’orchestra: il valore educativo della musica”
Marina Mignone e Anna Poretti, vice presidente e segretario generale Fondazione Ticino
Olona onlus
“Sostegno a esperienze creative nel territorio: il ruolo istituzionale”
Il weekend sarà invece all’insegna dell’arte e dello stare insieme.
venerdì 20 maggio:
IN MUSICA
ore 19,00 -23,00 serata musicale “Dal classico al Rock”
Esibizioni di
Totem La Tribù delle Arti – Totem String Quartet
Il Rigo Musicale
I Bikut-zii con il Maestro Edmond Ayissi Etogo
Teo Rootical
Valerio Barni e Vincenzo Labriola
Riccardo Di Vattimo ed Erika Spozio
The Prayer of the Mothers Project
E altri musicisti del territorio
A partire dall’orario aperitivo saranno presenti punti di ristoro nel parco a cura dei
Ragazzi di Magenta
sabato 21 maggio:
CORPO E TEATRO
ore 11.00 porte aperte col laboratorio teatrale interculturale M.U.R.I. – Mischia e Unisci
Radici e Identità. Vieni a conoscere un’esperienza di inclusione attraverso l’arte!
ore 16,00-18.00 workshop di espressività corporea “Con-tatto Con-cura, Creatività e
Corpo” con Erica Bertolacci – prenotazione obbligatoria
ore 18.30 performance teatrale “L’indipendenza” con Francesco Colosimo inFraC
ore 20.30 performance artistica “Di materia resistente” con Lydia Colombelli
ore 21.00 BE FREAK performance di Associazione Culturale Controvento
A partire dall’orario aperitivo saranno presenti punti di ristoro nel parco a cura dei
Ragazzi di Magenta
domenica 22 maggio:
BAMBINI, FAMIGLIE E GIOVANI
Ore 10.00-12.00 Laboratorio di pasticceria per bambini dai 4 agli 11 anni con Alice in
Sweetland di Ragazzi di Magenta – prenotazione obbligatoria
Ore 15.00 Incontro con l’autrice Maria Sogaro e l’illustratrice Valentina Vanasia del libro “Il
linguaggio universale” casa editrice L’orto delle Cultura
(sarà presente la Libreria Il Segnalibro di Magenta)
A seguire laboratorio artistico per bambini e famiglie – prenotazione obbligatoria

Ore 17.30 Erasmus+ e cittadinanza attiva: i giovani protagonisti
Andare, tornare e radicarsi: scopri i progetti locali ed europei con Ciridì, Young Effect e
Ragazzi di Magenta
A partire dalle 12.00 possibilità di picnic nel parco: saranno presenti punti di ristoro
nel parco a cura dei Ragazzi di Magenta.
Durante tutto l’evento sarà possibile visitare le installazioni di arte figurativa che
raccontano il tema della creatività e della cura. Tra gli artisti presenti Silvia Vailati,
Alessia Bussini, Lydia Colombelli, gli studenti del corso di illustrazione dell’Istituto Design
Palladio di Verona, Valentina Vanasia, Erica Bertolacci e altri artisti del territorio.
Ingresso gratuito, con donazione consapevole.
Prenotazione obbligatoria per conferenze, workshop e laboratori del sabato e della
domenica
Come prenotare
Inviare una mail a lacasadelleculturemagenta@gmail.com o scrivere via whatsapp al numero 3289274641

Questo evento celebra la forza di una modalità di lavoro artistico ed educativo fatto di
proposte creative e culturali non fine a sé stesse, ma orientate alla costruzione di azioni in
grado di essere “cuore”, propulsione del tessuto sociale della città e del territorio.
Oggi CASA DELLE CULTURE cerca una nuova casa per continuare le sue attività con
questo bagaglio importante. Ovunque si ritroverà, saprà portare creatività, relazioni, connessioni e innovazioni perché, oltre al luogo di appartenenza, quello che la contraddistingue è un metodo di lavoro.
Ci auguriamo che questa esperienza possa continuare con il sostegno ancor più forte del
territorio e delle istituzioni.

Per contattarci lacasadelleculturemagenta@gmail.com
3289274641
FB PAGE E IG @LaCasadelleCultureMagenta

Articolo precedenteNuova scuola elementare: Villa Cortese si interroga
Articolo successivoRitardo’ diagnosi sclerosi, medico condannato a Milano