Appalti mensa/2: indagine su funzionario di Cornaredo, agli arresti, nata da esposto della moglie

543

 

CORNAREDO L’inchiesta milanese sulla corruzione che ha portato all’arresto di 11 persone per presunte tangenti nell’aggiudicazione per l’affidamento dei servizi di mensa in scuole e istituti per anziani, mobilità e pulizie in uffici pubblici per un valore complessivo di 39 milioni di euro in diversi comuni dell’hinterland (Buccinasco, Cornaredo, Mediglia, Ranica e Flero) nasce da un esposto della moglie e della figlia di M.C.M. (in carcere), responsabile dell’Area servizi generali e sociali del Comune di Cornaredo nonché della Centrale unica di committenza di più comuni dell’hinteland con l’incarico di espletare gare d’appalto per forniture di beni e servizi.

“Veniva segnalato che Manco, nei numerosi anni di lavoro nel settore appalti del Comune, aveva ricevuto diverse regalie dagli imprenditori aggiudicatari o dai fornitori in genere, conseguenti proprio all’assegnazione dell’appalto, quali somme in contanti, soggiorni in hotel, biglietti per lo stadio” ed altro, si legge nell’ordinanza del gip Tiziana Gueli, e “veniva tra l’altro riferito che uno degli imprenditori che remunerava il pubblico ufficiale era Sparacino Carmelo”, tra gli arrestati e che avrebbe agito nell’interesse di Fabbro Food.

Particolari che sarebbero emersi nella causa di separazione tra i coniugi dove la donna avrebbe parlato di uno stile di vita del marito al di sopra del reddito dichiarato. Manco, “in sede giudiziale, aveva ammesso di aver accesso a non meglio precisate tipologie di benefit, che quantificava, all’incirca, in 700 euro mensili”. Visti i primi riscontri sono iniziate le indagini che hanno portato a delineare “una diffusa illegalità nel sistema delle gare d’appalto” indette da alcuni comuni dell’hinterland “connotata dalla turbativa e dalla corruzione dei pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio da parte dei privati imprenditori al fine di ottenere l’aggiudicazione”.

Articolo precedenteAppalti mensa/1: indagato, ma non agli arresti, il vicesindaco di Mediglia
Articolo successivoTurbigo: incidente in via Plati, due feriti, sul posto anche elisoccorso e vigili del fuoco