Novara dedica una grande mostra alla Milano della Scapigliatura

130

 

NOVARA  Archiviata con successo l’esposizione dedicata al Mito di Venezia, con 32.000 visitatori registrati nonostante le difficolta’ ancora legate al Covid, Novara si prepara a una nuova importante mostra organizzata dalla ormai consolidata partnership tra l’amministrazione comunale, la Fondazione Castello e l’associazione Mets Percorsi d’Arte.

Oggetto dell’allestimento curato da Elisabetta Chiodini, sara’ questa volta il capoluogo lombardo, con ‘Milano da Romantica a Scapigliata’. Attraverso una settantina di capolavori eseguiti dai maggiori protagonisti della cultura figurativa ottocentesca attivi a Milano, la rassegna vuole illustrare i mutamenti susseguitesi nella citta’ meneghina tra i secondi anni dieci e gli anni ottanta dell’Ottocento. Decenni turbolenti nei quali Milano ha visto la caduta del Regno d’Italia napoleonico, la costituzione del Regno Lombardo Veneto e la seconda dominazione austriaca, le prime rivolte popolari e le guerre d’indipendenza che nel 1859 avrebbero portato alla liberazione.

Milano. Da romantica a scapigliata

A cura di Elisabetta Chiodini

Castello di Novara, dal 22 ottobre 2022 al 12 marzo 2023

Comitato scientifico: Elisabetta Chiodini, Niccolò D’Agati, Fernando Mazzocca, Sergio Rebora

Articolo precedenteAgorà Dem, conversione ecologica ed Ermete Realacci: questa sera a Magenta, con Enzo Salvaggio e Alberto Fossati
Articolo successivo+Magenta e Abbiategrasso, pronti a correre anche i candidati di Paragone ed Italexit