++Ossona: maxi sequestro della Polizia, 10 chili di cocaina nel borsone. Arrestati due albanesi

183

 

 OSSONA  La polizia ha arrestato a Milano due cittadini di origine albanese per detenzione ai fini di spaccio perché sorpresi con 10 chili di cocaina.

Gli agenti della squadra Mobile avevano saputo che delle persone avrebbero perfezionato una cessione di un quantitativo elevato di cocaina nel comune di Ossona e che il corriere sarebbe arrivato vicino a piazza Litta Modigliani a bordo di un’auto di colore bordeaux: gli uomini della Narcotici hanno predisposto un servizio di osservazione che ha consentito di individuare, nel tardo pomeriggio di martedì 12 aprile, un veicolo corrispondente a quello segnalato.

Il conducente, identificato in un 37enne, è sceso e si è incontrato con un uomo: dopo aver scambiato poche parole, i due sono saliti a bordo dell’auto e, dopo aver percorso poche centinaia di metri, giunti in via Pertini, hanno fatto accesso all’area box di uno stabile.

Appena l’auto ha imboccato la rampa di discesa, un uomo, fermo sul ciglio della strada, è sceso lungo la rampa con l’evidente intenzione di seguirli. I poliziotti, convinti che in quel posto si stesse perfezionando lo scambio di droga, hanno scavalcato la recinzione dello stabile, sono entrati nel corridoio dei box e hanno visto l’uomo che era sceso a piedi e quello che era salito a lato passeggero con un borsone. I due, alla vista dei poliziotti, sono scappati a piedi riuscendo ad entrare in un vano scale e a raggiungere, attraverso una corte interna dello stabile, un cantiere limitrofo, luogo dove è stato bloccato uno dei due fuggitivi mentre l’altro è riuscito a dileguarsi.

Durante la fuga il fermato, un albanese di 39anni, si è disfatto di una pistola semiautomatica di manifattura artigianale, calibro 6,35, munita di caricatore con 6 cartucce, poi recuperata dagli agenti. Il conducente dell’auto, invece, è stato ritrovato richiuso nel portabagagli con un evidente ferita alla fronte, probabilmente causata dal calcio della pistola. “È probabile che nelle fasi della consegna dello stupefacente sia sorta una lite tra i tre soggetti sfociata in una vera e propria aggressione al corriere”, spiegano gli agenti.

All’interno del borsone c’erano 10 chili di cocaina purissima, confezionati in panetti rettangolari riportanti ognuno la scritta Audi.

Articolo precedenteCaporalato all’azienda di frutta del Milanese: fondatore chiedo rito abbreviato
Articolo successivoMeno tre giorni a Pasqua: da Love & Gelato a Magenta è.. CORSA ALLA BONTA’