Abbiategrasso, Emergenza Ucraina: tutte le informazioni

169

 

ABBIATEGRASSO  Emergenza Ucraina: informazioni utili Il Comune di Abbiategrasso, in accordo con la Prefettura, sta attivando la propria organizzazione per fronteggiare l’emergenza umanitaria, conseguenza della guerra in Ucraina. Sul sito del Comune di Abbiategrasso è stata creata una sezione dedicata con tutte le informazioni in continuo aggiornamento, se ne raccomanda la consultazione.

 

Accoglienza I residenti, in particolari i cittadini ucraini, sono invitati a segnalare l’accoglienza di propri familiari o amici provenienti dall’Ucraina. La segnalazione può essere fatta dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 12:00 telefonando all’Ufficio Relazioni con il Pubblico al nr. 02 94692215 oppure via posta elettronica all’indirizzo mail urp@comune.abbiategrasso.mi.it Il consolato ucraino ha messo a disposizione l’indirizzo di posta elettronica milanoconsolato1@gmail.com. La comunicazione deve essere corredata dai dati essenziali (nome, cognome,data di nascita, contatti mail e telefonici, richieste di eventuale soluzione alloggiativa o comunicazione di ospitalità presso strutture, associazioni o familiari). Il Comune trasmetterà queste prime informazioni al Consolato e all’Ufficio Emergenza migranti della Prefettura che potranno raccogliere anche tutte le eventuali richieste di supporto. Si richiede inoltre di contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico per segnalare la possibilità di mettere a disposizione alloggi o spazi idonei per l’accoglienza dei profughi. Le disponibilità saranno raccolte in attesa di indicazioni da parte della Prefettura e del Consolato Ucraino per l’organizzazione dell’accoglienza. Assistenza Sanitaria ai profughi provenienti dall’Ucraina L’assistenza sanitaria è garantita gratuitamente a tutti coloro che abbiano necessità sanitarie per patologie acute o croniche. È necessario effettuare un tampone nasofaringeo per SARS-CoV-2 entro 48 ore dall’ingresso in Italia. Se negativo, per i maggiori di 6 anni, è obbligatorio indossare per 5 giorni le mascherine FFP2. La mascherina FFP2 va sempre indossata su tutti i mezzi di trasporto. Se positivo si applica l’isolamento obbligatorio. In seguito, in caso di insorgenza di febbre e/o sintomi respiratori, è necessario effettuare il tampone nasofaringeo per la ricerca del virus SARS-CoV2, gratuitamente e senza appuntamento, presso tutti i Punti tampone delle ASST. Si invita a recarsi presso gli hot spot (vedi elenco sul sito del Comune o di Asst) dove sarà possibile: ·Per minori, le donne in stato di gravidanza e coloro che hanno un visto rilasciato in area Schengen, ottenere l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale, con il rilascio di una tessera sanitaria provvisoria. Con tale tessera sanitaria è possibile rivolgersi gratuitamente a qualsiasi MMG/PLS del territorio, anche per la prescrizione di farmaci o di accertamenti diagnostici. Per gli altri profughi Ucraini, ad oggi, non possono ancora ottenere l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale, ma possono ricevere il codice STP Straniero Temporaneamente Presente), necessario per poter ottenere prestazioni e prescrizioni anche di farmaci a carico del SSR; ·Eseguire il tampone; ·Effettuare la visita medica con anamnesi vaccinale; ·Accedere all’offerta vaccinale sia anti Covid sia alle altre vaccinazioni (infanzia, ecc..).

Raccolta fondi L’associazione Emergenza e Solidarietà, nata in questi anni per intervenire nelle situazioni di grave emergenza, apre ora una raccolta fondi a supporto del popolo ucraino colpito dalla guerra. Chiunque voglia contribuire, può fare una donazione utilizzando l’Iban dell’associazione: IT38D0103032380000010120820 conto intestato a “Associazione Emergenza e Solidarietà”

Articolo precedenteLega: sabato e domenica 500 gazebo in Lombardia per chiedere PIU’ medici di famiglia
Articolo successivo++Abusi sessuali su minorenni al centro ippico nel Milanese: ai domiciliari un 71enne