Fondazione Ticino Olona stanzia 126mila euro per 22 progetti dell’Est Ticino

336

 

LEGNANO  Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Comunitaria Ticino Olona, nella seduta dello scorso 24 febbraio, ha deliberato gli stanziamenti per i progetti presentati in risposta agli ultimi tre bandi pubblicati alla fine dello scorso anno. Così, con 126.000 euro assegnati ai 22 progetti selezionati, si sono esaurite le risorse messe a disposizione del territorio per il 2021.

Tre i bandi di riferimento: il primo sull’assistenza sociale, il secondo su arte e cultura, l’ultimo sull’educazione ambientale.

Quest’ultimo era, in qualche modo, il più atteso perché per la prima volta pubblicavamo un bando specifico sul tema dell’ambiente in generale e dell’educazione ambientale in particolare. Interessanti tutti i 6 progetti approvati per un totale di contributi stanziati pari a 34.500 euro, da “Tutti insieme per il clima”, proposto dall’Associazione Culturale Ryto Ricerca Yoga Teatro Onesto di Cuggiono, a “Keep clean and run”, proposto da Sport più spd a rl di Rescaldina, che vede anche la collaborazione del Comune di Rescaldina; da “Tra corpo e ambiente – L’arte di coltivare l’orto e se stesse”, proposto dalla cooperativa sociale Lule di Abbiategrasso, a “Clima, ambiente, territorio: agire subito, farlo insieme”, proposto dall’Ecoistituto della Valle del Ticino, sempre attivo in prima linea nella difesa e nell’educazione al rispetto dell’ambiente. Il CdA ha espresso soddisfazione per l’esito del bando e certamente l’ambiente e la sua educazione troveranno nuovo posto nei prossimi bandi.

Il bando più gettonato è stato quello di Arte e Cultura che ha visto approvare 9 progetti per un totale di 56.000 euro. Si spazia da “Dante in musica” dell’Ensemble Amadeus a “La storia di Milano in 50 minuti” dell’Associazione culturale La Ditta -gioco fiaba; da “Piero, una vittima innocente delle mafie” dell’Associazione culturale Fa.Mé a “Un fumetto per non dimenticare” della Fondazione Quercioli, per citarne qualcuno. Insomma, argomenti diversissimi con profonda attenzione alla formazione dei giovani e al loro coinvolgimento proattivo.

Non da meno, infine, il bando sull’assistenza sociale che rimane sempre tra le tematiche a noi più care per l’impegno a contrasto verso tutte le forme di fragilità: 7 progetti approvati per un impegno contributivo di 40.500,00 euro. Qui andiamo da “Lo sport come terapia – sport e inclusione 2022” di Cittadinanza Attiva Legnano e Altomilanese odv a “Dotazione tecnologica avanzata per controllo dolore nei malati inguaribili e terminali” della Soc. Coop. Sociale In Cammino onlus.

Dei progetti approvati 12 fanno riferimento al territorio del legnanese, 5 al magentino, 4 all’abbiatense e 5 al castanese. Quattro dei progetti su indicati fanno riferimento a più di un territorio. Anche questa distribuzione territoriale dei progetti approvati è un indicatore positivo perché testimonia la presenza della Fondazione sull’intero territorio del Ticino Olona. Dei 22 enti assegnatari di progetti molti sono enti già conosciuti e hanno sempre dato prova di affidabilità e di professionalità; qualcuno si avvicina a noi per la prima volta con una presentazione efficace e convincente. Come sempre, per tutti, ci sarà il monitoraggio attento della Fondazione che seguirà con attenzione gli sviluppi dei lavori di ogni singolo progetto.

Una considerazione particolare per questa tornata di bandi: le progettualità presentate, pur tenendo conto del momento particolare che stiamo ancora vivendo, sono proiettate in un tempo e uno spazio che possiamo considerare già post pandemico. Ci sembra una cosa davvero importante per ripartire, per guardare avanti e per sperare in tempi migliori

Salvatore Forte – Presidente Fondazione Ticino Olona

 

Dal Bando 2021/5

TUTTI INSIEME PER IL CLIMA – Associazione Culturale Ryto Ricerca Yoga Teatro Onesto

Il progetto prevede la realizzazione di spettacoli nelle scuole del territorio, sia in aree aperte che chiuse, con impianto a basso consumo energetico (completamente a led). Gli spettacoli proposti saranno: “10 cose che posso fare per aiutare il mio pianeta” (scuole dell’infanzia); “La strega col climacomando” (scuole primarie); “La ragazza che piantava gli alberi – storia vera di Wangari Maathai” (scuole secondarie di primo grado); “Una rivoluzione ci salverà” (scuole secondarie di secondo grado). Al termine degli spettacoli, si risponderà alle domande degli studenti e verrà lasciato agli insegnanti del materiale didattico (bibliografia, filmografia, sitografia) per favorire l’apprendimento in classe di alcune tematiche ecologiche. Per lo spettacolo “La strega col climacomando” è prevista anche la pubblicazione del libro con il copione corredato da note di approfondimento su temi ecologici e la possibilità di fare seguire allo spettacolo un laboratorio di animazione teatrale ed educazione ambientale in più incontri al fine di riallestire lo spettacolo facendo recitare i bambini per il pubblico dei genitori. Per compensare le inevitabili emissioni comportate dal progetto, saranno distribuite gratuitamente piantine in vaso per stimolare la piantumazione di alberi. Oltre agli spettacoli, verrà proposta la proiezione del film-documentario “Cowspiracy” cui seguirà dibattito condotto dagli esperti dell’associazione Clorofilla aps.

 

Dal Bando 2021/3

Dotazione tecnologica avanzata per controllo dolore nei malati inguaribili e terminali –

In Cammino Soc. Coop. Sociale onlus

 

Il progetto si prefigge di alleviare il più possibile il dolore e la dispnea dei malati inguaribili e terminali attraverso l’utilizzo di una metodologia innovativa che garantisce anche l’abbattimento dei costi della somministrazione delle terapie infusionali e la riduzione della produzione di rifiuti. Nello specifico, verranno acquistate nr. 6 micropompe MP + MHL multisiringa e verrà fornita la formazione del personale infermieristico per l’utilizzo delle stesse.

Articolo precedenteNerviano cerca soluzioni per l’emergenza medici di base
Articolo successivoNovarese: l’ex sede dei Comboniani di Gozzano centro accoglienza per ucraini