Villa Cortese: ancora nel nome di suor Giulia

127

 

VILLA CORTESE- Paese piccolo, cuore grande. La generosità della comunità di Villa Cortese è emersa a più riprese. Basti pensare al varo del “Progetto solidarietà” che ogni anno è dedicato a uno scopo solidale specifico, l’ultimo del quale il sostegno alla missione in Burundi dove operava, fino alla sua scomparsa, la sua concittadina suor Giulia Gazzardi.

Parallelamente al sostegno in denaro, la comunità del paese porta però avanti da tempo anche il discorso delle adozioni a distanza. E, anche in tempi di emergenza pandemica, quando si è trattato di portarla avanti, non ha avuto esitazioni a rispondere presente.  Ultimamente sono stati raccolti ben 1610 Euro “che permettono – spiega la parrocchia in una nota apparsa sul “Suono delle campane” –  l’adozione di undici bambini delle missioni Vispe”.   La consapvolezza pronta a farsi strada è che, anche in terre piuttosto lontane geograficamente dal suo territorio, Villa Cortese lascerà un’impronta indelebile nel sorriso e nella speranza di un piccolo impegnato a costruirsi il futuro tra non poche difficoltà.

Cristiano Comelli

Articolo precedenteViolenza sessuale su minori: 58enne milanese condannato (nuovamente) a 8 anni di carcere
Articolo successivoTrecate: 10 posti per il servizio civile alla Croce Rossa (tempo fino al 10 febbraio)