Qualità dell’aria, Ceruti (Lega): “Una battaglia che non possiamo perdere”

88

LOMBARDIA – «Notizie confortanti sulla qualità dell’aria in Lombardia il cui trend è in deciso miglioramento. Lo dice il rapporto annuale presentato dall’assessore all’ambiente e al clima Raffaele Cattaneo evidenziando che per il sesto anno nel 2021 è stato rispettato su tutto il territorio regionale il valore limite sulla media annua di 40 µg/m³. Tra le città i cui dati sono confortanti vi è Brescia, oltre a Monza, Cremona, Pavia, Lecco e Varese, i cui valori di PM10 risultano migliori o uguali al dato più basso mai registrato. Lo stesso vale per il PM2.5 che registra un trend in progressiva diminuzione».

 

Così il consigliere regionale leghista Francesca Ceruti.

Che aggiunge: «Molte le azioni messe in campo nel 2021 da Regione Lombardia per contrastare le emissioni inquinanti a partire da investimenti per 289,5 milioni di euro sul settore trasporti (rinnovo parco veicoli Tpl, mezzi pubblici e privati), 59,4 milioni di euro per sostituzione di impianti di riscaldamento inquinanti, 108 milioni in agricoltura per l’eliminazione di emissioni di ammoniaca in atmosfera. Anche il 2022 vedrà proseguire le azioni con investimenti che andranno nella stessa direzione».
«La battaglia contro le emissioni inquinanti deve vederci tutti proiettati nella stessa direzione e con l’impegno e lo sforzo necessari riusciremo a limitare le fonti di inquinamento riducendo ancora di più le polveri nocive per un ambiente sempre più a misura di uomo. È una sfida importante che non dobbiamo perdere», conclude Ceruti.

Articolo precedenteNovaceta/2 Progetto Magenta: “Calati, a che gioco giochiamo???”
Articolo successivoA Robecchetto con Induno per non dimenticare le vittime della Shoah