Robecco: l’Alfredo raddoppia e vi aspetta a pranzo e cena fino al prossimo 23 dicembre

423

Il ristorante da Lucrezia, vi accoglie nella stupenda location di Palazzo Archinto a pranzo e cena da oggi fino al prossimo 23 dicembre.

 

ROBECCO SUL NAVIGLIO –  Quello che va a volgere al termine è stato un anno tosto per il nostro amico Alfredo Oggioni. La pandemia è stata una botta mica da ridere soprattutto per il mondo della ristorazione. Le chiusure forzate, il terrorismo e l’aumento dei contagi, i virologi che anche in questo periodo in cui siamo ancora “bianchi” tornano a mettere paura con una comunicazione che, concedetecelo,  non ci appare la migliore. Se è vero che anche il Ministro al Turismo Massimo Garavaglia, ha fatto sapere che così non va.

La colpa, e questo lo andiamo scrivendo da mesi, è soprattutto nostra. O meglio, non nostra di Ticino Notizie, ma del main stream. Di chi ha inteso trasformare il Covid in un grande talk show televisivo. Di una categoria giornalistica che vive sullo scandalo, costi quel che costi. Strilloni televisivi.

 

Per i produttori poi, (saremo un po’ cinici ma realisti), che vanno avanti a botte di reality e di Grande Fratello, non è sembrato vero di poter riempiere i loro palinsesti così facilmente e costo zero…. una manna. Vabbè ma questa è un’altra storia ma che pesa e non poco su chi fa fior di investimenti come l’Alfredo.

Ma come si dice….. quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. E l’Alfredo quest’anno non ha mollato il colpo. Magari ha avuto un paio di ‘colpetti’, perchè la salute lo ha messo un po’ alla prova, ma l’altro giorno l’abbiamo visto combattivo e in forma come sempre. 

Positivo, con il suo sorriso smagliante e la voglia di progettare. Quella voglia tipica di un imprenditore come lui. Perché dietro alla qualità e alla professionalità, c’è anche la visione che solo chi fa impresa da anni, possiede.

L’Alfredo, e di questo molti se ne dispiaceranno perchè avrebbe fatto il sold out, durante le feste natalizie, tirerà i remi in barca. Lucrezia resterà chiusa dalla vigilia di Natale 24 dicembre sino al 7 di gennaio. Si ripartirà dunque con il week end dell’8 e 9 gennaio. 

 

“Nonostante tutto – ci ha detto – quando abbiamo potuto, come questa estate abbiamo lavorato tanto e bene. Non lamentiamoci anche il settembre e l’ottobre con le cerimonie è andato alla grande. Dobbiamo capire che siamo dentro ad un nuovo contesto. Il Covid ha cambiato tutto, ha azzerato certi meccanismi e bisogna affacciarsi ad attività come la nostra in altro modo”.

Parole da imprenditore del settore. Parole da Alfredo. Una che si rimbocca le maniche, che non si sente mai arrivato e che ha voglia d’inventarsi sempre qualcosa di nuovo. 

Perciò il meritato riposo del periodo natalizio serve proprio a questo. Poi si ripartirà con ancora maggior entusiasmo e chissà con qualche novità già messa in cantiere….

Intanto per chi vuole, vi consigliamo di fare un salto a Palazzo Archinto. Da oggi fino  al 23 dicembre si raddoppia: l’Alfredo e la sua brigata sono aperti a pranzo e a cena.

Dateci retta è il luogo ideale per un pranzo con gli amici, oppure per un saluto tra colleghi prima delle festività o perché no, per trascorrere in totale sicurezza qualche ora coi parenti.  Dai piatti tipici lombardi, al suo risotto speciale, alla carne e al pesce fresco….. Se fossimo in voi non ci lasceremmo sfuggire questa ghiotta occasione.

A proposito…. l’Alfredo e tutto il suo staff attraverso Ticino Notizie, vi augurano buone feste, uno splendido 2022 che ci lasci alle spalle definitivamente, quanto di brutto abbiamo vissuto in questi ultimi due anni. 

 

 

 

Articolo precedente++Ema autorizza gli Stati europei: possono usare la pillola anti Covid di Pfizer
Articolo successivo++ Covid: Bertolaso, in Lombardia i piu’ colpiti sono i bambini ++