Elezioni Città Metropolitana/2: Mario Mantovani e Daniela Santanché lanciano la corsa di Guglielmo Villani, sindaco numero 40 di Fdi in Lombardia

235

 

ABBIATEGRASSO La politica virtuale finalmente torna a essere viva, e dal vivo, con tanto di tutto esaurito. Una cosa buona, per tutti. E così sabato 11 dicembre, nel tardo pomeriggio, la sala dell’Antico Oleificio di Abbiategrasso era colma (solo ‘posti in piedi’) per la presentazione della candidatura alle elezioni di Città Metropolitana (domenica 19 dicembre, votano solo sindaci e consiglieri comunali) di Guglielmo Villani, giovane sindaco (dal 2014) della piccola Ozzero, quindi portabandiera di tutto l’Abbiatense.

 

Come detto le elezioni per il Consiglio sono fissate per domenica 19 dicembre e sono indirette, nel senso che voteranno solo i sindaci e i consiglieri comunali in carica nei 133 Comuni compresi nel territorio della stessa Città Metropolitana. Il sindaco metropolitano rimarrà Beppe Sala, si tratterà di eleggere 24 nuovi consiglieri. In una sala dell’Antico Oleificio gremita, oltre al candidato Villani erano presenti Sandro Sisler, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, il Senatore Mario Mantovani e la Senatrice Daniela Santanchè, coordinatrice regionale di FdI.

Ed è stata la loro presenza- assieme a quella di molti altri ospiti politici importanti: Umberto Maerna, il sindaco di Buscate Fabio Merlotti, di Turbigo Fabrizio Allevi (con lui anche il predecessore Christian Garavaglia), Sergio Garavaglia e Alfredo Celeste, assieme a diveris altri.

Mario Mantovani, insomma, chiama e il suo fedele esercito di pretoriani risponde: è stata sua la chiamata e il coinvolgimento di un sindaco dinamico come Villani, che la coordinatrice regionale Daniela Santanché ha accolto come “il sindaco numero 40 che in Lombardia ha deciso di aderire a Fratelli d’Italia. Del resto alla crescita impetuosa del nostro partito- passato dal 2 al 20% in pochi anni- e alla leadertship di Giorgia Meloni serve abbinare una crescita della presenza politica sui territori; in questo senso l’adesione di Guglielmo Villani rappresenta un ulteriore passo nel nostro cammino di consolidamento”, ha concluso.

Villani dal canto suo si è detto onorato e convinto di poter rappresentare tutto l’Abbiatense: “la chiamata di una persona come Mario Mantovani, verso cui nutro una grande stima umana e politica, mi ha decisamente reso certo della scelta e anche lusingato. Mi metto al servizio dei territori, noi sindaci siamo la vera cintura di collegamento tra cittadini e politica”.

Domenica 19 si vota: c’è attesa per capire se l’Abbiatense e Fratelli d’Italia riusciranno a eleggere il primo cittadinio di Ozzero.

(grazie a Enea Rizzi per le foto)

Articolo precedenteStrategie e proposte: sulla spinta del PNRR a Milano al Palazzo delle Stelline si discute sulla mobilità del futuro
Articolo successivoMa com’erano belle le correnti (dei partiti): CONTRO la deriva social, PER una politica dove ci si incontra. Il caso Mantovani e la compattezza (umana)- di F.P.