Abbiategrasso/Dementia Friends: lunedì 13 visita in Annunciata

534

ABBIATEGRASSO  Dal 2016 la Città di Abbiategrasso è riconosciuta come Città Amica delle Persone con Demenza grazie alle attività condotte per favorire l’inclusione delle persone con difficoltà cognitive nella vita cittadina e per mantenere i legami con la propria comunità.

Tra queste attività si è evidenziato che, sia in Italia che all’estero, sono sorte esperienze che utilizzano le arti visive, attraverso visite museali o visite guidate al patrimonio storico/ artistico del nostro paese al fine di consentire alle persone con demenza di riscoprire la gioia del conoscere e dell’esprimere la propria sensibilità e il proprio interesse usando le potenzialità dell’arte come strumento di comunicazione nel piccolo gruppo. L’obbiettivo di questi progetti è  quello  rendere le città, con i loro spazi, le loro iniziative e le relazioni sociali, pienamente fruibili senza isolare le persone con demenza.

Da qui è nata l’idea di proporre una visita guidata per i pazienti e per i loro familiari all’ex convento dell’Annunciata in data lunedì 13 dicembre, per sancire, ancora una volta, la collaborazione tra il Comune di Abbiategrasso, Comunità Amica delle Persone con Demenza, e la Fondazione Golgi Cenci all’interno delle attività del progetto Dementia Friendly Community di cui il Comune fa parte dall’inizio all’interno del Tavolo Promotore

Alla visita guidata parteciperanno anche un gruppo di studenti dell’IIS “Bachelet” di Abbiategrasso dal momento che tale Istituto Scolastico fa parte del progetto dal Dementia Friendly Community dal 2017 e i ragazzi hanno seguito un percorso di formazione su attitudini e conoscenza sulla demenza e sono stati appositamente formati dai docenti di riferimento.
La scelta del luogo è dovuta al fatto che l’ex Convento dell’Annunciata fa parte della storia di Abbiategrasso fin dalla seconda metà del ‘400 con vicende alterne strettamente legate al mutamento politico-sociale e urbanistico della città.Lo scopo è quello di provare ad evocare ricordi appartenenti alla storia di vita dei partecipanti, a partire dalla narrazione della storia del luogo e degli aneddoti più significativi che lo hanno caratterizzato
Fondazione Golgi Cenci e la Dott.ssa Bianchi Paola responsabile del servizio Turismo per il Comune di Abbiategrasso, hanno organizzato l’attività prendendo in considerazione quegli aspetti che possono rendere più facilmente fruibile l’esperienza a persone con difficoltà cognitive. La visita si avvarrà della collaborazione della pro loco di Abbiategrasso nella persona di Mauro Bonalumi esperto conoscitore del patrimonio abbiatense.
La durata prevista sarà di circa due ore comprensive anche di un momento conviviale nel rispetto delle normative previste in relazione alla pandemia COVID 19.

 

Articolo precedente++Fontana: ‘Lombardia zona bianca anche settimana prossima’
Articolo successivo‘Black Mafia’, il film sulla prostituzione nigeriana passa anche da Novara