Abbiategrasso: gli studenti dell’Alessandrini ‘si esibiscono’ davanti ad Alessandro Quasimodo in omaggio a Maria Cumani

347

 

ABBIATEGRASSO-MILANO  Una delegazione di studenti abbiatensi dell’istituto Alessandrini in ‘dialogo’m con Alessandro Quasimodo, attore e figlio di Maria Cumani e del premio Nobel per la Letteratura Salvatore Quasimodo.

E’ successo venerdì 19 novembre in occasione di Bookcity, alle 18, presso lo spazio Seicentro in via Savona a Milano, in collaborazione con La casa delle artiste e il Municipio 6 si è tenuta la prima presentazione in presenza del progetto Io sono Lilith: omaggio a Maria Cumani. Un battesimo d’ eccezioni per gli studenti dell’Alessandrini- Lombardini di Abbiategrasso vista la presenza di Alessandro Quasimodo, attore e figlio di Maria Cumani e Salvatore Quasimodo. Le voci degli studenti si sono intrecciate con gli scatti di Ahmed Elnahif, studente autore delle foto e del cortometraggio. Gli studenti hanno declinato attraverso la loro sensibilità la vita e la parabola artistica della Cumani, una donna fuori da ogni schema e cornice, una donna ” Lontana da gesti inutili” come dice una sua poesia. Le voci dei ragazzi in dialogo con i propri scritti e quelli della professoressa Agnese Coppola, referente del progetto ma anche autrice di La sete della sera e La vita felice, libro presentato in questa occasione. Presenti anche l’associazione Orizzonti di Vermezzo e Gina Arielli, oltre al consigliere delegato alle Pari Opportunità di Abbiategrasso, Sara Valandro.

Toccante la testimonianza di Alessandro Quasimodo, che ha regalato ai presenti ricordi legati alla madre della quale ha donato un manoscritto. Lilith sarà presente il 25 novembre alle 18 presso la Rinascita per #orabasta e il 26 novembre alle 21 nella biblioteca comunale di Gaggiano.

 

 

Articolo precedenteRistoranti/2: addio a Gianfranco Bolognesi della Frasca, lo ricorda anche Ezio Santin
Articolo successivo+Abbiategrasso, doppio colpo della giunta Nai: 5 milioni per le scuole e vittoria al Tar su Essedue