DDL Zan affondato/2. Sull’omofobia esultano De Poli – Saccone (UDC): ora è possibile trovare una mediazione

254

ROMA  – “E’ passata la nostra linea. Con il voto favorevole al non passaggio agli articoli del ddl Zan si apre la strada alla mediazione per trovare una soluzione che tuteli la libertà di opinione dei cittadini e cancelli il concetto di percezione dell’identità di genere mettendo, una volta per tutte, nell’angolo i pasdaran. Con questo voto, oggi in Aula in Senato, abbiamo fermato la sinistra che con le sue gabbie ideologiche ha voluto, fin dall’inizio di questo dibattito, strumentalizzare questo disegno di legge”.

Lo affermano i senatori Antonio De Poli e Antonio Saccone, presidente e portavoce dell’Udc.

 

 

 

Articolo precedenteScienza & Salute. Ictus celebrale: in Italia colpite 95 mila persone all’anno
Articolo successivoParabiago: l’Assessore Lonati tra i 60 giovani che hanno partecipato a “Young is Future” di Regione Lombardia per la stesura di una legge rivolta ai giovani