Cornaredo, parla Raben Sittam: ‘Non intendiamo chiudere, rimarremo in Italia’

237

Riceviamo e pubblichiamo

 

CORNAREDO  In merito alla procedura di riduzione di personale impiegato nello svolgimento di attività quali inserimento tariffe (Tariffs), fatturazione attiva (Billing) ed allocazione costi di trasporto (Settlement) presso la sede di Cornaredo formalmente aperta da Raben SITTAM in data 10 settembre 2021, teniamo a precisare che tutte le notizie riportate in data 19/10/2021 sulla testata giornalistica Ticinonotizie.it trattano il solo punto di vista dei sindacati.

Rispettiamo certamente il loro ruolo ed il loro lavoro ma teniamo a specificare che nell’articolo sono riportate diverse inesattezze. In particolare, non vi è alcuna intenzione di Raben Group di procedere con altre delocalizzazioni di funzioni anzi, la volontà della società è continuare ad investire in Italia.

“In particolare, vorrei sottolineare come le motivazioni di questa procedura, sono legate alla strategia di Raben Group di accentrare tali attività presso una società specializzata facente sempre parte del Gruppo e sita fuori dall’Italia. Si tratta di una strategia coerente con le logiche di business moderno che, in un mercato altamente competitivo, mirano a standardizzare, velocizzare ed automatizzare i processi e le attività. Inoltre, tengo a precisare come non ci sia alcuna intenzione di chiudere Raben SITTAM né vi è alcuna intenzione di esternalizzare altre funzioni aziendali all’estero. Si tratta di informazioni false che mirano a danneggiare la nostra società” dichiara Wojciech Brzuska, CEO di Raben SITTAM.

Vogliamo mantenere la giusta riservatezza in questo difficile momento per salvaguardare l’immagine della nostra azienda e tutelare i nostri dipendenti.

Articolo precedente++Funghi velenosi, le raccomandazioni di ATS Pavia
Articolo successivoIl Migliore.. in sala. Vita, gloria e morte di Marco Pantani- di Teo Parini