Lombardia: rinasce il quartiere di San Siro. Approvato il protocollo d’intesa in Regione

275

Il testo del provvedimento condiviso con Aler, Prefettura e Comune di Milano

 

 

MILANO La rigenerazione del quartiere San Siro di Milano è l’obiettivo dello schema di Protocollo d’intesa approvato dalla giunta della Regione Lombardia su proposta dell’assessore alla Casa e Housing sociale.

Il testo del provvedimento è stato condiviso in accordo con Aler, Comune e Prefettura di Milano.

 

In particolare, saranno attivati interventi per il perseguimento del comune obiettivo della riqualificazione urbanistica e sociale del quartiere San Siro con una specifica attenzione al cosiddetto ‘Quadrilatero’ di piazzale Selinunte.

IL QUARTIERE SAN SIRO – Il quartiere di San Siro ospita circa 6.000 alloggi di edilizia residenziale pubblica ed è storicamente un quartiere di grande diversità culturale. Tra le sue evidenti criticità, la mancanza di integrazione sociale.

 

Con il Protocollo d’intesa sarà attivata una Cabina di regia con il compito di individuare le iniziative e le tempistiche da perseguire per lo sviluppo e la rigenerazione della zona. Tra i suoi compiti quello di individuare le iniziative prioritarie e le tempistiche da perseguire per lo sviluppo armonioso degli obiettivi.

 

Avranno priorità la riqualificazione strutturale e il recupero degli immobili dell’edilizia residenziale pubblica, la rivitalizzazione sociale con politiche mirate destinate ai residenti del quartiere e il contrasto dell’illegalità.

 

AZIONI CONCRETE – “Con questa delibera abbiamo creato le condizioni per poter essere incisivi sulle pesanti criticità che purtroppo ci sono in molti quartieri a Milano, tra cui quello di San Siro. Ora – ha spiegato l’assessore – sta al senso di responsabilità di tutti far diventare operativo questo strumento e tradurlo in azioni concrete”.

 

DATI – Nel quartiere di San Siro sono attivi progetti per assicurare la riqualificazione del patrimonio abitativo pubblico che coinvolgono, tra l’altro, la comunità locale. Tra questi:

– Programma integrato di riqualificazione denominato ‘San Siro Baracca’. Proposto dall’Aler Milano nell’ambito del Programma Cipe 127/2017 prevede una dotazione finanziaria di oltre 8 milioni di euro.

 

– Progetto “C.A.S.A.” che prevede l’offerta di servizi integrati di tipo socio-sanitario direttamente nel quartiere. E’ basato, in particolare, sulla collaborazione di Aler Milano con l’Asst Fatebenefratelli Sacco e le associazioni contro la violenza domestica Telefono Donna ed Ebano. La dotazione è di circa 1 milione di euro.

 

Aler Milano sta collaborando inoltre con il Comune di Milano nell’ambito del ‘Pinqua – Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare’ per il progetto ‘Move in San Siro – Muovere gli immobili, integrare i servizi’. La dotazione finanziaria è di 15 milioni di euro.

 

TEMPI – Il protocollo che sarà sottoscritto nei prossimi giorni ha una durata triennale. Potrà essere rinnovato dalle parti per la prosecuzione delle iniziative in corso o per l’attivazione di altre, purché ispirate alle stesse finalità.

Articolo precedente++Regione Lombardia annuncia: Sì del Ministero, raddoppio Milano Mortara entro il 2026
Articolo successivoParte Ticino Notizie ReStart: incontriamo ADM Assistenza Dentale Magentina (VIDEO)