NewsPolitica

Anche Turbigo ha ‘ricordato’ foibe ed esodo

Con Lucrezia Mantovani, il sindaco Garavaglia e Andrea Azzolin

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

TURBIGO – Il giorno 9 febbraio 2020 il gruppo locale di FRATELLI
D’ITALIA e GIOVENTU’ NAZIONALE hanno ricordato i MARTIRI DELLE FOIBE posando una rosa rossa di fronte al Monumento cittadino. Presenti l’Onorevole Lucrezia Mantovani, il Sindaco di Turbigo Christian Garavaglia e il Segretario di Gioventù Nazionale Andrea Azzolin.

“Sono contenta che nel territorio si celebri il Giorno del Ricordo ed inoltre ritengo
importante ed ammirevole che i giovani colgano l’importanza di questa ricorrenza.
Conoscendo e coltivando il nostro passato si può cogliere l’importanza di essere una
nazione unita e ci si prepara a vivere insieme un futuro migliore. È stato un piacere
partecipare alla commemorazione di Turbigo, un gesto semplice che ha reso onore
alle moltissime vittime delle Foibe. Una parola che non può essere cancellata dai libri
di scuola e che assieme alla nostra leader Giorgia Meloni continueremo a difendere
nelle sedi istituzionali e con le molte iniziative che Fratelli d’Italia promuove sul
territorio nazionale.” Così dichiara l’Onorevole Lucrezia Mantovani.

“L’amministrazione comunale che rappresento ricorda ogni anno le tragedie legate
alle foibe, alla cui memoria abbiamo dedicato una piazza e una stele lo scorso anno.
L’iniziativa di Fratelli d’Italia che si aggiunge a quella comunale quindi è lodevole: la
verità non può essere infoibata come invece vorrebbero alcuni miopi personaggi della sinistra”, così dichiara il Sindaco di Turbigo Christian Garavaglia.

“Sono orgoglioso che quest’anno nel mio comune, Turbigo, sia stato possibile
commemorare i Martiri delle Foibe. Ringrazio per la presenza e il sostegno l’On.
Lucrezia Mantovani e il Sindaco Christian Garavaglia. Continuerò, assieme ai miei
ragazzi, a ricordare i Martiri delle Foibe attraverso gesti simbolici ed iniziative
culturali. Sono sicuro che un giorno il nostro impegno verrà ripagato attraverso il
riconoscimento da parte di tutta la collettività che la storia dell’Esodo Giuliano
Dalmata è memoria Nazionale. Mi duole constatare infatti che è ancora molto il lavoro da fare, purtroppo anche nei nostri comuni c’è ancora chi stenta a riconoscere e celebrare il Giorno del Ricordo, utilizzandolo solamente quale pretesto per alimentare anacronistiche divisioni ideologiche.” Così Andrea Azzolin, Segretario di Gioventù Nazionale Valle del Ticino.

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi