11 giugno: ai Sindaci del centrosinistra subentreranno altri?

72

ALTOMILANESE – Gli aggettivi ‘centrosinistra’ e ‘centrodestra’ hanno esaurito la loro funzione storica di identificazione e, il prossimo 11 giugno, vedremo se gli attuali sindaci di centrosinistra saranno in grado di ‘resistere’ ai cambiamenti politici in atto. Anche i grillini, qui da noi, non hanno un grande appeal…chissà perché.
Si vota a Canegrate (Roberto Colombo), Cuggiono (Flavio Polloni), Magnago (Carla Picco), Vanzaghello (Leopoldo Giani,), Legnano (Alberto Centinaio), Magenta (23mila abitanti, Marco Invernizzi) e Abbiategrasso (Arrara,). Con la probabile esclusione di Giani (il cui posto sarà preso da Gualdoni), tutti gli altri sindaci, indicati con i nomi tra parentesi), tutti del centrosinistra, sono pronti per il bis. Ecco le anticipazioni della battaglia politica già in corso:
LEGNANO (60 mila abitanti) – E’ Giambattista Fratus (63 anni, Lega Nord) il candidato per il centrodestra nonostante abiti a Castano Primo. Già vicesindaco della città del Carroccio è stato candidato, per la sola Lega, alle elezioni amministrative del 2012 che perse rimanendo consigliere d’opposizione. Ora ci riprova con l’intero centrodestra (a cui ha aderito anche la lista ‘Legnano Futura’ di Stefano Quaglia), per cui dovrebbe avere delle chances in più per battere il sindaco uscente, Alberto Centinaio (Pd). Altri candidati sono Andrea Grattarola (classe 1991) per M5S, ma da noi sindaci grillini non se ne sono ancora visti.
CUGGIONO – Maria Teresa Perletti (Lega Nord) guiderà il centrodestra unito. Il centrosinistra avrà come candidato Flavio Polloni, che non ha certamente brillato nel governo del paese. Forse è anche per questo motivo che Agorà (la lista civica, fondata da Abramo Bellani qualche decennio fa, ha i suoi riferimenti nel mondo associativo) ha deciso di correre da sola.
MAGNAGO (9200 abitanti) – Carla Picco (Pd), guida una squadra di sei uomini e sei donne. Che il centrodestra abbia fatto di tutto (dividendosi in tre tronconi) per perdere le elezioni del 2012 è noto. A Magnago Carla Picco (Pd) è arrivata quasi al 40% e conquistato il Comune dopo 13 anni di centrodestra. Il centrodestra dovrebbe andare unito (con la ricanditatura di Ferruccio Binaghi?, Fi) per avere qualche chances di riprendere il governo del paese, mentre M5S con Emanuele Brunini probabile candidato a sindaco si stanno attrezzando (Marco Varisco e appena entrato nel gioco politico).

FOTO di alcuni sindaci del Castanese in una manifestazione di qualche anno fa

Articolo precedenteUna grande serata di musica per ricordare un grande medico, al Lirico di Magenta
Articolo successivoCalati: “La Variante a Pontenuovo è indispensabile”