10 febbraio il “Giorno del Ricordo”, il saluto di Arrara

    82

    Il messaggio del Sindaco Pierluigi Arrara. Una mostra nei locali della Biblioteca Brambilla visitabile fino a domani

    ABBIATEGRASSO – ‘Il Giorno del Ricordo’ è stato istituito con legge dello Stato nel 2004 “in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati” (Gazzetta Ufficiale n.86 del 13 aprile 2004).

    “Ricordare questo capitolo della storia del ‘900 – sostiene il Sindaco Pierluigi Arrara – “è un nostro dovere per far conoscere la verità sulle foibe e sulla vicenda degli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia; un dovere anche nei confronti dei nostri ragazzi e per chiunque creda nella memoria come fondamenta della nazione. Al mondo dei giovani va dunque affidata la storia di chi ha sofferto molto per salvaguardare la propria identità e condizione di uomo libero, perché sulle basi della tolleranza e del rispetto reciproco va costruito il rapporto tra i popoli dell’Europa futura. Il ricordo è oggi un dovere, un monito per tutti noi ad impedire che l’indifferenza abbia il sopravvento e perché tali orrori non si ripetano più e restino un ammonimento perenne contro ogni persecuzione e offesa della dignità umana”.

    L’Amministrazione Comunale per commemorare la ricorrenza del 10 febbraio, oltre ai manifesti fatti affiggere in città, farà apporre dei fiori nel parco di via Pianzola dedicato alle “Vittime delle Foibe” e invita chi volesse approfondire la conoscenza dei fatti avvenuti in questo periodo a visitare la mostra “IL GIORNO DEL RICORDO – CONOSCERE PER RICORDARE” che l’Assessorato alla Promozione delle Attività Culturali ha organizzato presso i locali della biblioteca civica,con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.La mostra, visitabile dal 3 all’11 febbraio, liberamente negli orari di apertura della biblioteca civica, si articola in 21 pannelli di carattere storico e fotografico che ricostruiscono le vicende di Istria, Fiume e Dalmazia dalla preistoria ai giorni nostri, un momento di riflessione e di ricordo in memoria delle vittime delle foibe.

    Il sindaco Gigi Arrara
    Il sindaco Gigi Arrara

    manifesto(3)

    Articolo precedenteFesteggia il tuo San Valentino in Cascina Bullona
    Articolo successivoUniversità del Magentino: l’Assunta e i Celestini