Sicurezza a Magenta, Gelli: “Non gettiamo la spugna!”

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Dopo l’ultima sequela di furti e rapine il tema sicurezza è tornato ad essere una vera e propria emergenze in città. Si innesca la polemica politica con Paolo Razzano del Pd che chiede un Consiglio comunale urgente da convocare,  ed ecco arrivare la replica dell’Assessore alla Sicurezza Simone Gelli. Il leghista si assume in toto la responsabilità del momento, annuncia a breve interventi di sostanza: più risorse per il comparto e le prime azioni del piano sicurezza entro fine anno. Intanto, lancia un appello a tutti i cittadini a non mollare e collaborare con le Istituzioni e le Forze dell’Ordine

RICEVIAMO  & PUBBLICHIAMO – “Dopo la rapina avvenuta sabato pomeriggio nel centro città, desidero esprimere il mio pensiero, come sempre ho fatto, in questi quindici anni al servizio della comunità magentina. In queste settimane ho letto molti vostri commenti sulla vicenda, alcune critiche sensate, altre, permettetemelo, un pò faziose; ho letto spunti interessanti di cui tenere in debito conto, ho letto nei vostri commenti tanta rabbia ed in alcuni casi paura e disagio. 

Non voglio fare polemiche, tanto che, non sarà politically correct, come si usa dire, ma oggi affermo che mi prendo, in toto, tutta la responsabilità, di quel che avviene nella nostra città.Nel passato sono stato molto duro sulla gestione della sicurezza e oggi non ho problemi a dire che la nostra città sembra essere sotto assedio. E’ una situazione difficile lo so, lo capisco. Mi sento vicino a tutti coloro i quali in questi mesi, hanno subito un furto, uno scippo, una spaccata, una rapina, l’incendio della propria auto. Sono atti che in una cittadina come la nostra non dovrebbero accadere, MAI! Vi posso dire che sono molto arrabbiato per la situazione. Nei giorni scorsi ho avuto modo di potermi confrontare con tutte le forze dell’ordine presenti in città, al fine di poter mettere in campo le soluzioni migliori. Così come vi posso dire che nei prossimi consigli comunali, prima della fine dell’anno, potremo già vedere i primi segnali del nostro lavoro. Più risorse per il comparto sicurezza! Più azioni mirate contro la microcriminalità ivi compreso il decoro della nostra città. Stiamo lavorando, più nel silenzio che con gli annunci, contrariamente a quanto sostenuto da alcuni.

 A voi chiedo di tener duro! Non è semplice lo so. Non è facile lo comprendo. E’ frustrante lo capisco. Ma io non mi sento di gettare la spugna. Magenta è, e deve appartenere alle persone per bene. Magenta deve essere patrimonio di tutte quelle persone che in città lavorano, studiano, vivono la propria vita nel rispetto delle leggi e della comunità in cui sono inserite.

 Oggi la rabbia per questi episodi è tanta. Trasformiamo questa rabbia in positività per tutti noi. Il Comando della nostra Polizia Locale è a vostra disposizione per tutte le segnalazioni che vorrete fare. Alla mia mail vicesindaco@comunedimagenta.it, potete, in qualsiasi momento, segnalare qualsiasi cosa possa essere di interesse per prevenire fatti o atti dolosi. Non gettiamo la spugna! Continuo a lavorare nella convinzione che dobbiamo migliorare la situazione in cui versa la città. Combattiamo insieme per una Magenta migliore e più vivibile, consci che il tutto e subito, purtroppo, non è possibile. Conosco le potenzialità della nostra comunità. Sarà una dura lotta, ma sono sicuro che insieme potremo vincerla con buoni risultati. Grazie per l’attenzione e per il sostegno che sento in molti di voi ogni giorno. Siete importanti per il futuro della città. Siete importanti per tutta la nostra comunità”.

Il Vicesindaco di Magenta
Simone Gelli

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti