CronacaNews

Magenta: San Martino d’Oro alla Scuola dell’Infanzia Giacobbe

IMG_0762

SONY DSC
SONY DSC
MAGENTA- “Per l’impegno nell’educazione umana e cristiana dei più piccoli, in stretta collaborazione con le famiglie”. Questa la motivazione che ha portato al conferimento della 17 esima edizione del San Martino d’Oro alla Scuola dell’Infanzia Giacobbe.
Mercoledì sera, il ‘tempio’ della città, la Basilica di San Martino, si è vestito a festa per un appuntamento che, malgrado, il trascorrere degli anni mantiene intatto il suo fascino.
Tra le novità di quest’anno anche il ‘debutto’ di don Giuseppe Marinoni, il nuovo parroco che farà il suo ingresso ufficiale, proprio sabato, con la celebrazione serale della Santa Messa in Basilica.
In prima fila le autorità, l’ex sindaco Luca Del Gobbo oggi consigliere regionale di Ncd accanto al collega del Pd Fabio Pizzul. Quindi, il Console Generale d’Ungheria a Milano. Un legame, come ha sottolineato il sindaco Marco Invernizzi, quello tra la ‘Città della Battaglia’ e la nazione magiara che si rafforza sempre di più anche al di fuori dall’ambito culturale.
Come sempre, il San Martino d’Oro è stato anche musica di qualità con l’esibizione nella prima parte dell’ensemble Orchestra Città di Magenta diretta dal Maestro Andrea Raffanini. Tra le novità, particolarmente applaudito al flauto il giovane Enea Luzzani, autentico talento. Quindi, è stata la volta del Coro Civico ‘Città di Magenta’ diretto da Tatiana Borodai.
La premiazione ha visto accanto al parroco, il gran regista della serata il presidentissimo della Pro Loco Pietro Pierrettori, con il sindaco Invernizzi.
Pierrettori ha subito evidenziato “come anche in questa occasione ci siamo subito trovati d’accordo su questa scelta. Perché questa – ha detto – è una delle autentiche e più vere espressioni della nostra comunità”.
A dare ancor più significato al riconoscimento, la ricorrenza dei 120 anni di storia della Scuola Giacobbe che cadono proprio quest’anno. “Un percorso iniziato da lontano – ha aggiunto Pierrettori – quando, con un atto di generosità, alcuni magentini facoltosi raccolsero in un asilo i bambini più bisognosi”. Da lì l’avvio di un’esperienza educativa con radici profonde ma proiettata al futuro con le due sedi: l’asilo Fornaroli di Pontevecchio e il Giacobbe di Magenta.
Presenti alla premiazione il nuovo presidente della Scuola Giacobbe Gabriele Bollasina, da poco subentrato allo storico presidente Carlo Ronzio, con lui anche un gruppo di insegnanti e bambini coi loro genitori.
Per don Giuseppe “questo è un premio dato anche a tutte le famiglie che si impegnano quotidianamente nel faticoso percorso educativo. Oggi più che mai – ha evidenziato – è necessaria una forte alleanza educativa tra società civile, scuola, famiglia e comunità ecclesiale”.
“La scuola – gli ha fatto eco il Sindaco – è il più grande progetto civile che una nazione possa intraprendere, poiché così facendo si proiettano dei giovani verso il futuro. I bambini ci ricordano l’importanza di farci sempre delle domande”.
Da ultimo il presidente Bollasina visibilmente emozionato ha voluto idealmente condividere questo San Martino d’Oro con le sei generazioni di famiglie e bambini che qui sono cresciuti”.

Tag
Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi