Magenta, la Lega su Pgt e ricorsi: ‘Avevamo ragione noi, ora qualcuno si assuma le responsabilità’

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

“Ora la vecchia Amministrazione si assuma la propria responsabilità”, tuona il Carroccio

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

 MAGENTA – Come volevasi dimostrare, ancora una volta la Lega Nord aveva ragione. Vi ricordate quando, dai banchi della minoranza durante l’Amministrazione Invernizzi, l’allora nostro Capogruppo, nonché attuale Vicesindaco, Simone Gelli illustrava le diverse criticità e l’alto rischio di numerosi ricorsi che il nostro Comune avrebbe affrontato qualora la scorsa maggioranza del Partito Democratico avesse approvato il nuovo Piano di Governo del Territorio? Ebbene, non vollero ascoltarci ed il risultato è il seguente: 7 ricorsi depositati presso il TAR ed il Presidente della Repubblica, di cui uno presentato nientepopodimeno che da Città metropolitana, ente a guida PD. Quindi anche lo stesso PD metropolitano ha eccepito lo strumento adottato dal PD magentino, ricorrendo al Capo dello Stato. Una vicenda che susciterebbe ilarità, se non fosse per il rischio, o addirittura la certezza, che l’attuale Amministrazione debba mettere mano a fondi comunali per far fronte al ricorso di Città metropolitana, senza dimenticare quelli da parte di privati cittadini. Sin dall’inizio evidenziammo che trattavasi di una semplice redistribuzione della volumetria già esistente.

Ricordiamo anche che l’Amministrazione Invernizzi ridusse il capitolo dedicato alle spese legali. Quindi, oltre al danno, la beffa.

Questo ci fa ulteriormente comprendere non solo l’incapacità amministrativa del Partito Democratico magentino, che ben rispecchia quello nazionale, bensì anche una spavalderia, che, ahinoi, potrebbe gravare pesantemente nelle saccocce dei Magentini. Che i vecchi amministratori si assumano la propria responsabilità verso i Cittadini!

 Sezione Lega Nord-Lega Lombarda Magenta

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti