Magenta: Gelli (Lega): Sicurezza: ‘Lavoriamo sui nostri obiettivi, non perdiamo tempo dietro il Pd ed alle loro sterili polemiche’

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

La replica, altrettanto ironica,  alla locandina dei ‘Dem’: <<“Sum minga al Nembo Kid”, forse qualcun’altro, quando si parlava di sicurezza “al gheva l’uregia impanà” !>>

 

MAGENTA  – Siamo impegnati a fondo e questo è quel che conta. Se c’è chi pensa che in tre mesi Magenta possa diventare Fort Knox, si sbaglia e di grosso. Il lavoro su cui siamo impegnati è quello di dotare Magenta di un “Piano per la Sicurezza”, che possa svilupparsi in tutto il quinquennio di governo, Il nostro è un piano ambizioso ed importante che vogliamo sviluppare non in due giorni, bensì in una intera legislatura. Certo che a Magenta abbiamo ancora furti e scippi. Sono molto dispiaciuto di ciò, l’ho già più volte affermato; ma vivo con la consapevolezza che i risultati arriveranno perchè il nostro impegno è massimo”.

Il tema caldissimo, è quello della sicurezza e Simone Gelli assessore alla partita, nonché vice sindaco, replica alla locandina del PD in cui viene ritratto nelle vesti di un Chuck Norris dal Tisin

<<A chi scrive che “ghe no il pruget” posso solo rispondere che dopo aver visto i cinque anni del centro sinistra, sul fattore sicurezza il locale Pd, “al sa nencha sa l’è un pruget”. Andiamo avanti. Vogliamo cambiare il parco macchine altamente usurato del nostro comando. Vogliamo riattivare il tavolo politico del Patto Locale, per troppo tempo dimenticato, Stiamo facendo fronte, per tamponare all’emergenza, alle spese per la mancata manutenzione dei mezzi della Polizia Locale, negli anni passati. Ripeto, “sum minga al Nembo KId”, forse qualcun’altro, quando si parlava di sicurezza “al gheva l’uregia impanà” !>>.

In altre parole, la polemica e le fibrillazioni non mancano, ma per ora i torni rientrano nella normale polemica politica, per certi versi, anche  divertente.

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti