Magenta-Corbetta, la rotonda si farà. Ma pure i centri commerciali. E Bellantonio non parla

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

Incontro istituzionale tra Chiara Calati e Marco Ballarini. Due piani commerciali avranno un evidente impatto sul commercio di vicinato, ma Corbetta sembra non capirlo. E l’assessore magentino non dice nulla. Chissà perché

 

MAGENTA CORBETTA – La rotonda tra Magenta e Corbetta lungo la ss 11 si farà, come anche le piste ciclabili. Ma si faranno anche due interventi commerciali impattanti a pochi metri da Esselunga, Carrefour, Lidl e dai 4000 metri quadri commerciali GIA’ ACQUISITI da un importante operatore di Corbetta vicino alla ‘Pobbia’. 

Ecco il succo dell’incontro tra Chiara Calati e Marco Ballarini, avvenuto lunedì. “Sotto il profilo urbanistico il piano in questione, che è espressione della pianificazione territoriale totalmente propria del Comune a noi vicino, ha però un impatto di tipo viabilistico e di sicurezza che interessa anche Magenta e il flusso di traffico verso il centro della nostra Città”, spiega il Sindaco Chiara Calati. Dal confronto è emerso pertanto l’interesse condiviso di avviare un
accordo di collaborazione tra i due Comuni per coordinare i lavori di miglioramento della viabilità, a partire da una possibile rotatoria e da una pista ciclabile, e di adottare tutte le soluzioni necessarie a regolare in sicurezza i flussi di traffico e di accesso alla struttura. “Con Corbetta c’è un proficuo e costante confronto politico sui piani di sviluppo dei due territori; ora lasciamo lo spazio ai tecnici per lavorare al miglioramento di tutti gli aspetti correlati al piano urbanistico
corbettese per il benessere e la sicurezza dei cittadini dei due territori”.

‘Ero certo-  aggiunge il sindaco Marco Ballarini- che con Magenta non ci sarebbero stati problemi di collaborazione e comunicazione. La rotatoria, la pista ciclabile e l’accesso condiviso aiuteranno la viabilità. I due piani porteranno sviluppo e posti di lavoro, di cui abbiamo grande bisogno’.

Ed è qui che non ci siamo, caro Ballarini. Perché bisognerà pur capire come mai in 10 anni di centrodestra con Luca Del Gobbo, a Magenta, non è stata cannibalizzata la ss 11 di centri commerciali (se si eccettuano Obi, a fianco dell’Iper, e del nuovo punto vendita di camper, peraltro pre-esistente), mentre in 1 anno e mezzo di Amministrazione Ballarini, a ridosso di 3 centri commerciali esistenti e con 4mila metri già in possesso di un’operatore privato in zona Pobbia, Corbetta inserisce due grandi punti vendita. E poi parliamo di valorizzare il commercio locale e cittadino.

Come, con una infinita sequenza di supermercati? In tutto questo,noi non abbiamo sentito UNA sola parola dell’assessore al Commercio di Magenta, Alfredo Bellantonio.

Chissà come mai.

F.P.

 

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti